Prodotti difettosi, tutto quello che c’è da sapere

Come comportarsi in caso di prodotti difettosi? La prima cosa importante da fare è tornare presso il venditore entro 2 mesi dalla scoperta del difetto, portando con noi lo scontrino perché quello è la prova della garanzia. Se proprio l’abbiamo smarrito potrà essere utile dimostrare al venditore la data dell’acquisto grazie al cedolino della carta di credito.

Il venditore è tenuto a riparare il bene o a sostituirlo. Questo è molto importante perché spesso quando ci rechiamo sul punto vendita il venditore prova a raccontarci che dovremmo in realtà andare dall’assistenza della casa produttrice del prodotto, ma non è così. E’ il venditore che è tenuto a riparare o a sostituire (entro 2 anni dall’acquisto) e il bene in qualche caso potremmo arrivare a ottenere la riduzione del prezzo, cioè che ci ridia indietro una parte dei nostri soldi o persino la risoluzione del contratto. Restituiamo il bene e avremo indietro il nostro denaro.

Maggiori informazioni su chi sia il responsabile di un prodotto difettoso e a chi rivolgersi, Garanzia post-vendita: il venditore è responsabile del prodotto difettoso

Quali sono i termini per far rispettare la garanzia? Leggi Garanzia post-vendita, i termini per far valere i diritti

Per avere maggiori informazioni su garanzia legale e convenzionale, leggi Garanzia legale e garanzia convenzionale, quale differenza e quale difesa?

HAI BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO? CONTATTACI ALLO SPORTELLO PRODOTTI DIFETTOSI.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 14 marzo 2018

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Avatar
martin nanut

Buongiorno, nel giugno 2018 ho acquistato on line un clima. L’ho fatto installare a luglio 2019.L’installatore nel momento dell’avviamento mi ha informato che l’unità esterna( quella che raffredda) non funziona. Mi sono rivolto al venditore che mi ha inviato al centro assistenza, questi mandano un tecnico,il quale ha constatato che l’unita esterna clima non ha mai funzionato, poiche la scheda è guasta. Mi hanno presentato un preventivo di riparazione per € 350, questo è costato € 390 completo. Ho l’ordine e il pagamento. Mi sono rivolto all’azienda Baxi, ma anche loro cercano di evitare la sostituzione o riparazione di questa macchina. Cercano di ostacolare in tutti i modi, chiedendomi la patente f-gas dell’installatore( inviato file dell’autorizzazione a operare) poi, per assurdo vogliono avere———– dichiarazione di conformità dell’impianto è richiesta per legge (DPR 43/12)———-IL CLIMA NON HA MAI FUNZIONATO.
L’installatore dichiara il falso sè rilascia una dichiarazione senza vedere li clima funzionante. Vi chiedo, cosa deve fare una persona, per ottenere giustizia. Tutti adottano il sistema del “”Scaricabarile”, nessuna serietà

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno, per poterla aiutare abbiamo bisogno di maggiori dettagli e studiare i documenti in suo possesso. Può contattarci attraverso lo sportello Prodotti difettosi in home page, i nostri consulenti le diranno come procedere. Grazie.

Avatar
teresa romeo

Ciao marianna o avuto lo stesso problema glielo portati oggi ti hanno cambisto le scarpe o riparato

Avatar
Marianna

Salve ho acquistato un paio di scarpe mcueen messe un paio di volte mi si è cancellata la scritta le ho riportate indietro al negozio però mi ha detto che dovevano riportarle all’azienda e dovevo aspettare 45 giorni lavorativi io non sono d’accordo come mi posso appellare ?

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Grazie a tutti per i commenti, ricordiamo però che questo spazio non è destinato all’assistenza. Per contattare i nostre esperti scriveteci attraverso lo sportello generico in home page. Grazie!

Avatar
Juri

Buongiorno, ho acquistato un pc desktop su ebay per circa 650 euro;
da subuto il pc non funzionava bene e per 3 volte è stato mandato in assistenza utilizzando la garanzia.
Oggi dopo la terza assistenza il PC acquistato continua a non funzionare regolarmente.
Considerato che è palese che il problema persiste dalla nascita del pc e che non si riesce a risolvere, neanche dopo essere ricorsi 3 volte all’assistenza, posso chiedere il rimborso di quanto acquistato in quanto avevo ed ho bisogno di un pc funzionante e non posso perdere ulteriore tempo spedendo il pc e constatare nuovamente che non funziona?
Grazie


Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Scarica l'ebook
"Prodotti difettosi"