Donazioni sui social e Giveaway: cosa si può fare e cosa no

Donazioni sociale e Giveaway

Molti consumatori scrivono ai nostri sportelli domandandosi se le donazioni di oggetti sui social network si possano considerare sicure. Dalle donazioni sui social ai Giveaway cosa prevede la legge su questa nuove tendenze?

Di cosa si tratta 

A chiunque sarà capitato di dover dismettere degli oggetti per i più svariati motivi. Nell’epoca del digitale però, il tradizionale “conosci qualcuno a cui potrebbe servire” passa dai social network. E così sono in costante aumento i gruppi su Facebook in cui gli utenti pubblicano annunci dove si pubblicizzano oggetti in regalo. L’unica condizione posta è che vengano ritirati entro uno specifico arco temporale. Il primo che si prenota ha diritto all’oggetto in questione.

Posto che un tale fenomeno non contravviene nessuna legge, purché non si scambi denaro o beni alimentari, proviamo a capire come la normativa italiana disciplina questo genere di donazione di oggetti.

Cosa prevede la legge per le donazioni di oggetti

Per capire come sono regolamentate queste donazioni vanno presi in considerazione gli articoli 769 e successivi del Codice civile.

Secondo la legge per poter considerare valido il dono di oggetti è necessario chiaramente che il donatore sia in grado di intendere e di volere e sia nelle possibilità psicofisiche per gestire il suo patrimonio.

Esclusi quindi i casi sopracitati le donazioni di oggetti tramite i social network possono avvenire tranquillamente tra privati senza le necessità di particolari formalità burocratiche o d’intermediari. Questa situazione è valida nella stragrande maggioranza dei casi in questione poiché ad essere scambiati sono quasi sempre oggetti di modico valore (che vengono appunto regalati a chi li richiede).

Giveaway

Il discorso fin qui fatto in merito alle donazioni di oggetti tramite i social network cambia radicalmente quando si parla di Giveaway. Una tendenza sempre più diffusa sui social è infatti quella mettere in palio premi in cambio delle più diverse forme di partecipazione. Si va dal “taggaci in una storia” al “commenta il nostro ultimo post” ecc.…ma cosa prevede la legge in questi casi?

Questi concorsi non possono certo essere paragonati alle donazioni di cui abbiamo fin qui parlato poiché l’eventuale aggiudicazione dell’oggetto in palio avviene solo dopo aver compiuto una determinata azione. I Giveaway nel nostro Paese sono quindi considerati dei veri e propri concorsi a premi e come tali devono rispettare delle specifiche norme tra cui:

  • i promotori devono essere iscritti al Registro delle Imprese e non possono quindi essere persone fisiche;
  • deve essere comunicata la data d’inizio del concorso al Ministero dello Sviluppo Economico;
  • al Mise va inviato anche il relativo regolamento su cui si basa il concorso;
  • è necessario versare una cauzione;
  • e infine, l’estrazione del vincitore, per essere considerata valida, dovrà avvenire in presenza di un notaio o di un funzionario della Camera di Commercio.

In conclusione

Per quanto riguarda la donazione di oggetti, il primo consiglio che ci sentiamo di suggerirvi è quello di utilizzare il buon senso non credendo quindi ad annunci eccessivamente allettanti che offrano in regalo, ad esempio, oggetti di valore. È molto probabile, infatti, si tratti di un tentativo di truffa. Prima di rispondere ad eventuali annunci poi controllate il profilo del donatore assicurandovi che non si tratti di un profilo fake. Concordate infine i tempi e i modi dello scambio direttamente in chat evitando situazioni spiacevoli una volta arrivati sul luogo della consegna.

Per i Giveaway invece sarà bene diffidare da chi indice concorsi a premi senza rispettare quanto previsto dalla legge in tema di tutela del consumatore. La norme al riguardo sono ben precise e chi le vuole aggirare non merita la vostra fiducia. Questi concorsi infatti potrebbero essere stati indetti da malintenzionati con l’unico obiettivo di raccogliere i datidegli utenti in maniera fraudolenta.

I NOSTRI SPORTELLI SONO A DISPOSIZIONE PER RACCOGLIERE EVENTUALI SEGNALAZIONI

Autore: Lorenzo Cargnelutti
Data: 13 gennaio 2022

 

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma