Garanzia post-vendita: il venditore è responsabile del prodotto difettoso

prodotti difettosi

Garanzia post-vendita: il venditore è responsabile del prodotto difettoso (sia che si tratti di elettrodomestici, auto, abbigliamento, mobili, pc, telefoni, condizionatori, prodotti alimentari, etc.). Contatta subito i nostri sportelli per avere assistenza dedicata. La legge infatti stabilisce che l’acquirente ha diritto a una garanzia legale della durata di due anni che può far rivalere sul venditore in tutte quelle situazioni in cui il prodotto risulta difettoso, non funzionante, difforme rispetto a quello ordinato o diverso da quello descritto nella pubblicità.

I rimedi previsti dalla garanzia legale sono:

  1. riparazione o sostituzione del bene (c.d. rimedi primari), che si caratterizzano per i seguenti elementi:
  • sono alternativi, a scelta del consumatore, salvo impossibilità o eccessiva onerosità dell’uno rispetto all’altro;
  • sono senza spese per il consumatore;
  • devono essere posti in essere entro un congruo termine e non devono arrecare notevoli inconvenienti al consumatore.
  1. riduzione del prezzo o risoluzione del contratto (c.d. rimedi secondari), che si caratterizzano per i seguenti elementi:
  • sono anch’essi alternativi, a scelta del consumatore;
  • sono attivabili nel caso in cui la riparazione o la sostituzione siano impossibili o eccessivamente onerose; nel caso in cui riparazione o sostituzione siano tardive rispetto al termine congruo assegnato; nel caso in cui riparazione o sostituzione abbiano  provocato notevoli inconvenienti al consumatore.

Pertanto, quando la riparazione o la sostituzione non abbiano dato esito favorevole per il consumatore, egli potrà richiedere, a sua scelta, la risoluzione del contratto (e cioè dovrà restituire la merce con restituzione contestuale del prezzo pagato) o la riduzione del prezzo (il consumatore potrà tenere il bene “difettoso”, ma con il rimborso di una parte del prezzo). Nel caso della riduzione del prezzo, l’entità della somma da restituire sarà proporzionata all’uso che sia stato fatto della cosa, valutando il singolo caso.

Quali sono i termini per far rispettare la garanzia? Leggi Garanzia post-vendita, i termini per far valere i diritti

Per avere maggiori informazioni su garanzia legale e convenzionale, leggi Garanzia legale e garanzia convenzionale, quale differenza e quale difesa?

HAI BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO? SCRIVICI ALLO SPORTELLO PRODOTTI DIFETTOSI

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 20 marzo 2019

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Avatar
Giuliano

Salve chiedevo se si acquista un capo di abbigliamento e una volta lavato ci si accorge del problema tipo macchie o buchi c’è qualche possibilità di far rivalsa? Senza aver più lo scontrino. Grazie

Avatar
alina

salve, sempre parlando della garanzia post vendita, nel caso in cui l’assistenza non ripara il prodotto perché il problema è stato causato dal cliente , il venditore è in qualche modo responsabile comunque? grazie

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno, non possiamo darle una risposta senza conoscere i dettagli… in linea generale non lo è ma se ha bisogno di maggiori informazioni ci contatti attraverso lo sportello PRODOTTI DIFETTOSI

Avatar
Sonia Mosca

ho acquistato un lavabo cucina in materiale ho molto costoso, dopo 1 anno si riempe di bolle di aria e viene sostituito con uno uguale. Anche questo dopo 1 anno stesso difetto. Ora il mobiliare mi manda un rappresentante per inserire un fondo inox per chiudere, ma io non sono d’accordo. Non posso più avere un nuovo lavabo anche diverso dal primo se difettoso di fabbrica, ma nuovo?

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno Sonia comprendiamo il suo disappunto ma abbiamo bisogno di maggiori dettagli per poterle fornire assistenza. La invitiamo dunque a contattarci attraverso lo sportello PRODOTTI DIFETTOSI in home page. Grazie!

Avatar
aristide tabasso

Ho acquistato a luglio 2019 una bici a pedalata assistita durante le vacanze estive. Rientrato a casa E’ emersa la necessita della sostituzione della forcella anteriore. Ora, io risiedo ad oltre 200 Km dal venditore, a chi competono le spese per trasferire il bene presso il venditore in assistenza? In caso di suo rifiuto posso coinvolgere il produttore (Italiano) e chiedere il trasferimento, a loro spese, per l’assistenza presso casa madre o un venditore della rete?

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno, la legge prevede che sia il consumatore a dover riportare il bene in negozio quindi purtroppo le “spese di trasferimento” spetterebbero a lei. Le sconsigliamo di rivolgersi al produttore perché oltre a non essere tenuto ad intervenire qualora lo facesse si attiverebbe un diverso tipo di garanzia. In ogni caso, se ha bisogno di assistenza ci contatti attraverso il nostro sportello Prodotti difettosi.

Avatar
Antonio

buongiorno,ho acquistato un piumino in un negozio Max&co come regalo di natale,appena indossato il 26/12 mia moglie si è ritrovata piena di piume perse dal suddetto.ieri ci siamo presentati in negozio chiedendo delucidazioni e la risp è stata che probabilmente il capo è fallato e m’avrebbero dato un ”buono”. Io ho protestato per questa loro scelta perché,non essendo clienti abituali di questo marchio e visto che il prezzo (500 euro) non è facilmente spendibile ho richiesto il rimborso.ieri sera ho ricevuto la telefenata dalla responsabile che aveva sentito a sua volta il ”titolare” che ha riconfermato il discorso del buono,magari da un anno di durata.io ho rinnovato la richiesta del rimborso,dicendole che non potevano obbligarmi ad accettare,la signora ha poi concluso che avrebbe riproposto la mia richiesta al titolare,per poi sentire la casa madre(?)
Dice che devo aspettare la riapertura degl uffici(visto le feste) o devo muovermi diversamente?

grazie in anticipo e Vi porgo i piu’ sinceri auguri di buone feste

Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Vuoi l’offerta di luce e gas più conveniente ed essere sempre tutelato?