Lotta allo spreco con le “save bag”

Quante volte al ristorante o in pizzeria, avete pensato di portare a casa parte della pietanza, vista la porzione più che abbondante, ma avete desistito per paura di fare una “magra” figura? Quel cibo rimasto è diventato un rifiuto ed è stato sprecato trasformandosi in un danno per il portafoglio e per la collettività (sia per lo smaltimento che per lo spreco).

Si è svolto a Perugia, presso la Sala Partecipazione della Regione Umbria, l’Unione Nazionale Consumatori organizza il convegno dal titolo “Comportamenti e consapevolezza dei consumatori nella lotta allo spreco alimentare – Food waste”, nel corso del quale si è parlato di come prevenire gli sprechi alimentari e di alcune buone prassi del territorio umbro. Inoltre, sono state presentate le “SAVE BAG”, delle scatoline di cartone riciclato e alluminio distribuite gratuitamente ai ristoratori del territorio che consentiranno ai consumatori di portare a casa gli avanzi del pasto evitando sprechi alimentari e promuovendo comportamenti virtuosi di recupero del cibo.

SCARICA LA LOCANDINA

Il convegno è parte integrante del progetto LIFE–Food.Waste.StandUp, una campagna, diffusa su tutto il territorio nazionale, di comunicazione e sensibilizzazione contro lo spreco e per il recupero delle eccedenze che coinvolge, per la prima volta, tutti gli attori del processo alimentare: industria, distribuzione e consumatori.

Il progetto è coordinato da Federalimentare con un partenariato di eccellenza composto da Federdistribuzione, Fondazione Banco Alimentare Onlus e Unione Nazionale Consumatori.

L’iniziativa risponde ad un’esigenza di recupero fortemente sentita a livello globale. I dati della FAO infatti ci raccontano di 1,3 miliardi di cibo l’anno sprecati, per un valore di oltre 2.000 miliardi di euro. L’Italia “contribuisce” con circa 12,6 miliardi di euro di alimenti buttati, attestandosi a metà della media europea, il 21% di questi alimenti viene sprecato nell’ambito della ristorazione, in molti casi perché non viene data al cliente l’opportunità di portare a casa i propri avanzi.

Sul tema, affrontato già dal Parlamento europeo, è intervenuto il governo italiano con la Legge Gadda, n. 166\2016 concernente la donazione e la distribuzione di prodotti, non solo alimentari, a fini di solidarietà sociale. Obiettivo della legge era quello di rendere più organico il quadro normativo italiano, semplificandolo a favore delle persone più svantaggiate del paese e coinvolgendo tutti gli attori del processo di recupero e redistribuzione delle eccedenze.

Dall’entrata in vigore della legge “antisprechi” i risultati sono decisamente incoraggianti, con un forte incremento della quantità e della qualità di prodotti recuperati.

Molte Regioni sono pertanto intervenute sul tema proponendo normative locali e iniziative informative. In particolare, la Regione Umbria ha approvato la lg. n. 16/2017 per la promozione delle attività di donazione e distribuzione a fini di solidarietà sociale di prodotti alimentari, non alimentari e farmaceutici. Un grande passo che ha reso l’Umbria una regione più etica e civilmente impegnata.

Durante l’incontro, dunque, è stata presentata la campagna per la distribuzione gratuita ai ristoratori della regione Umbria, di 50.000 “Save-Bag” prodotte in collaborazione con Cuki Cofresco srl. Le “Save Bag” sono un utile strumento di sensibilizzazione nella lotta allo spreco, grazie alle quali sarà possibile promuovere su tutto il territorio, comportamenti virtuosi sia nei consumatori che nei ristoratori. Maggiori informazioni si possono trovare nei siti del progetto: http://www.lifefoodwastestandup.eu/it/il-progetto e http://foodwaste.consumatori.it

I partner sostenitori del progetto sono Federalimentare, Federdistribuzione, Banco Alimentare Onlus, Unione Nazionale Consumatori, Cuki Cofresco (save bag) e i partner di supporto all’iniziativa in Umbria  sono: Provincia di Perugia, Unione Nazionale Consumatori Umbria, ALI – Associazione Legali Italiani, AIAB Umbria, Confcommercio Umbria, Università dei Sapori, Felcos Umbria, Strada del Sagrantino e il Progetto EDU / AlimentiAmici, Powered by Lisa Proietti, Resp.le Area Ambiente e Territorio di UNC Umbria.

Per ulteriori informazioni:

Presidente Unc Umbria_Avv. Damiano Marinelli

Cell: 340-2878053_E-mail presidente@consumatoriumbria.it

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 25 gennaio 2019

 

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Potrebbe interessarti anche...
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori
© 2019 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online