Latte e derivati: occhio alle fake news

Latte e Derivati

“Eliminare i latticini fa stare meglio, bevendo latte si ingeriscono sostanze inquinanti, il burro fa male, le bevande vegetali possono sostituire il latte, i formaggi fanno ingrassare”: alzi la mano chi non ha letto o sentito almeno una volta uno di questi falsi miti sui prodotti lattiero caseari! Ed è proprio per sfatare queste false credenze che è nata la guida “Latte e derivati: occhio alle fake news!”, realizzata dall’Unione Nazionale Consumatori con la collaborazione di Assolatte, Associazione Italiana Lattiero Casearia.

A parte rispettabili convinzioni ideologiche, è in realtà bene affidarsi a valutazioni scientifiche: false credenze possono infatti danneggiare la salute dei cittadini che finiscono con il rinunciare ad alimenti di grande valore nutrizionale. Ecco perché è importante conoscere da vicino il latte e i suoi derivati, sapere come vengono realizzati, quali sono le loro caratteristiche e le loro qualità.

Ed ecco il perché di questa guida che inizia presentando i 4 prodotti (latte, yogurt, formaggi e burro) e le loro caratteristiche per poi soffermarsi ad analizzare quelle che sono le fake news più diffuse e concludendosi con un vademecum per internauti.

Ad impreziosire il lavoro, il commento di 3 autorevoli esperti: Andrea Ghiselli, Dirigente di Ricerca del Centro di Ricerca CREA, Alimenti e Nutrizione, e Presidente della Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione, Gianfranco Piva, Già ordinario di Nutrizione ed Alimentazione Animale e Preside della Facoltà di Agraria – UCSC, Emerito Accademia dei Georgofili e Marcello Ticca,  Medico, Libero Docente e Specialista in Scienza della Alimentazione della Università Sapienza di Roma, Vicepresidente della Società Italiana di Scienza della Alimentazione.

Non perdetela!

SCARICA LA GUIDA
 

Autore: Sonia Galardo
Data: 20 novembre 2018

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

GIOVANNI

A mio avviso fate bene a divulgare tali informazioni anche se sul temavi sono altrettanti specialisti (italiani ed esteri) che dimostrerebbero il contrario sul tema principale (fa bene o fa male negli adulti).
Quello che stona in un articolo promosso da protezione consumatori, è che il lavoro presentato abbai la collaborazione di Assolatte.
Con pieno rispetto di quest’ultima, obiettività e valenza del vostro articolo nell’ambito della protezione consumatori, perde credibilità, rischiando di dubitare anche di tanti altri articoli, se tra i collaboratori c’è anche un “controllato” o sponsor del prodotto controllato 😉 !
Con tre specialisti disponibili almeno citate la quantità giornaliera consigliata, che almeno contribuirebbe ad una posizione di compromesso, ricordando che “il troppo stroppia” e non solo con il latte.

Cordialmente
Giovanni Zampin

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online