Consob: boom di ricorsi all’arbitro per le controversie finanziarie

Boom di ricorsi all’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf) nel 2017, il nuovo organismo attivato dalla Consob per la risoluzione stragiudiziale delle controversie finanziarie, operativo dal 9 gennaio 2017.

Secondo i dati diffusi dalla Consob, nel suo primo anno di operatività, l’Acf ha ricevuto 1.839 ricorsi, un numero superiore alle previsioni di 1.000 richieste. In particolare, nel solo trimestre maggio-luglio dello scorso anno sono pervenuti 692 ricorsi, un dato riconducibile non solo e non tanto alla progressiva conoscenza del nuovo strumento di tutela ma anche, e prevalentemente, a eventi congiunturali. In tale periodo, infatti, un numero significativo di risparmiatori-azionisti di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca si è rivolto all’Arbitro nella fase successiva all’avvio della loro procedura di liquidazione coatta amministrativa.

A livello territoriale, sono prevalsi i ricorsi provenienti dal Nord (1.076 contro i 424 che fanno capo a soggetti residenti al centro e i 330 di quelli residenti al Sud), ed in particolare dal Veneto (31% dei ricorsi). Concentrazioni significati-ve, tuttavia, si sono avute anche in Lombardia (13,1%), Puglia (7%), Lazio (6,9%), Piemonte (6,4%) ed Emilia Romagna (5,9%).

Nel 2017 i ricorsi pervenuti sono stati quasi interamente presentati da persone fisiche (96,5% dei casi, 1774 pratiche) con una massima concentrazione nella fa-scia di età 45-74.

Sebbene il ricorso all’Acf possa essere presentato direttamente dall’investitore, più della metà (57%) lo ha fatto invece avvalendosi dell’assistenza di un procuratore.

Il controvalore complessivo delle richieste formulate dai ricorrenti è di 81,1 milioni di euro e la media degli importi richiesti di 55.244 euro.

A fronte dei 1469 ricorsi ritenuti ammissibili e ricevibili (l’80%), l’importo minimo richiesto è stato di 41 euro, il massimo di 500.000. A fronte di un tempo standard di 180 giorni, la trattazione dei ricorsi nel 2017 si è conclusa in un tempo medio di 195 giorni.

 

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Potrebbe interessarti anche...
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online