TLC: Antitrust conferma stop rincari bollette

L’Antitrust ha confermato le misure cautelari adottate in via d’urgenza in data 21 marzo 2018 nell’ambito dell’istruttoria avviata lo scorso febbraio per accertare la sussistenza di un’intesa restrittiva della concorrenza tra TIM, Vodafone, Fast-web e Wind Tre.

I principali operatori telefonici avrebbero, anche tramite l’associazione di cate-goria Assotelecomunicazioni – Asstel, coordinato la propria strategia commerciale relativa alla cadenza dei rinnovi e alla fatturazione delle offerte sui mercati della telefonia fissa e mobile, a seguito dell’introduzione dei nuovi ob-blighi regolamentari e normativi introdot-ti dall’articolo 19 quinquiesdecies del D.L. n. 148/2017 (convertito dalla L. n. 172/2017).

Ad esito del contraddittorio con le parti, l’Autorità ha ritenuto fondata l’ipotesi istruttoria di un coordinamento tra le parti in occasione della rimodulazione del ciclo di fatturazione in ottemperanza alla legge 172/2017.

In particolare, le parti avrebbero comunicato, quasi contestualmente, ai propri clienti che la fatturazione delle offerte e dei servizi sarebbe stata effettuata su base mensile anziché su quattro settimane, prevedendo, al contempo, una variazione in aumento del canone mensile per distribuire la spesa annuale complessiva su 12 mesi, invece che 13.

Pertanto, al fine di evitare il prodursi, nelle more della conclusione del procedimento, di un danno grave e irreparabile per la concorrenza e, in ultima istanza, per i consumatori, l’Autorità ha confermato il proprio provvedimento di adozione di misure cautelari, in ottemperanza al quale gli operatori devono sospendere l’attuazione del repricing oggetto dell’intesa contestata e definire la propria offerta di servizi in modo autonomo rispetto ai propri concorrenti.

L’UNC esprime soddisfazione, anche se le compagnie stanno al momento disattendendo questa misura cautelare.

Autore: Mauro Antonelli
Data: 2 maggio 2018

 

I commenti sono attualmente chiusi.

Avatar
Michele

Scrivo di Sky( che sta facendo lo stesso delle compagnie telefoniche ma INDISTURBATO e chiedendo il “perchè”) e voi fate sparire il commento????? Complimentoni, dei veri paladini dei consumatori….

Avatar
Dario Daroni

Ho inoltrato reclamo via PEC a Telecom in data 19 febbraio contro la tariffazione quadrisettimanale chiedendo il rimborso. Ho avuto come risposta – Relativamente ai rimborsi richiesti, si precisa che TIM ha provveduto a presentare ricorso
alle Autorità competenti (TAR) nei confronti della relativa Delibera Agcom.-

Avatar
ted

Resta confermata la mia prima considerazione risalente a metà 2017… SI è TRATTATO DI UNA RAPINA LEGALIZZATA E ISTITUZIONALIZZATA! Da laico convinto NON c’è altro da aggiungere proprio per carità cristiana!!!

Avatar
giancarlo

Le compagnie (nel mio caso Vodafone) stanno aggirando il problema facendo aumenti mensili giustificandoli come necessari per mantenere il livello di qualità.

Avatar
vilma

Wind sta dividendo tranquillamente quello che percepiva in 13 rate dividendo la medesima cifra in 12 parti anzi qualche cosa in più. ultimo addebito in prile

Avatar
Maurizio

TIM e Vodafone pure

Avatar
Michele

Vorrei sapere perchè non si parla MAI DI SKY che ha fatto, e sta facendo, lo STESSO delle compagnie telefoniche ma INDISTURBATO!!!
COME MAI?!?

Avatar
Luciano pellegrini

BRAVA! anzi ci guadagna anche. Chissà perchè le ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI NON SE NE SONO ACCORTI. E’ sempre il cittadino che paga.

Avatar
Michele

E vai di censura, tutto eliminato di nuovo(e quattro).. Sky è un vero e propio tabù per voi, vero?!?
SKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSKYSY
Parlateci di SKY….

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.

Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma