#emergenzaconsumatori: le risposte alle vostre domande

“Dovevo partire in queste settimane e il tour operator mi ha offerto un voucher, ma vorrei indietro miei soldi…”. “Dopo aver dato l’acconto per un viaggio estivo, l’agenzia mi chiede il saldo per poi farmi un buono del valore totale, è legittimo?”. Ho regalato alla mia fidanzata il biglietto di un concerto per fine maggio, come mi devo comportare?”. “Sono abbonato allo stadio, posso riavere indietro i soldi delle partite che non si disputeranno?”.

Sono alcune delle domande a cui daremo risposta GIOVEDI’ 9 APRILE alle ore 12:00, nella prima delle dirette Facebook che il nostro Presidente Massimiliano Dona dedicherà al tema #emergenzaconsumatori. 

Basterà collegarsi sulla pagina Facebook UNConsumatori per dialogare con lui sui temi più frequenti in questo periodo di emergenza da Coronavirus, relativi per questo primo appuntamento a viaggi, trasporti ed eventi.

PER PARTECIPARE CLICCA SUL BANNER QUI SOTTO 

Nelle prossime settimane l’avvocato Dona affronterà altri argomenti relativi alle spese rimborsabili a seguito dei decreti del Governo che hanno “vietato” per legge gli spostamenti, le vacanze, tutte le manifestazioni sportive, ogni tipo di evento, la frequentazione di palestre, corsi, scuole, università. Questi provvedimenti, pur doverosi per la salute pubblica, hanno generato numerosi contenziosi tra consumatori e fornitori di servizi: tra i più frequenti ci sono senz’altro tutti coloro che devono disdire viaggi (aerei, ferroviari o marittimi) oppure soggiorni presso strutture alberghiere o interi pacchetti turistici, argomento di cui ci occuperemo GIOVEDI’ 9 APRILE ALLE 12:00, ma anche problemi con le palestre, scuole, pay-tv affitti e molto altro.

Tutti argomenti di cui avremo modo di parlare nelle prossime settimane! 

Vi aspettiamo GIOVEDI’ 9 APRILE ALLE ORE 12:00

La diretta verrà trasmessa: 

*video realizzati nell’ambito del progetto #ConsumerAngels, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico (DM 07/02/2018) 
Leggi l’articolo “Consumer Angels, un progetto per avvicinare consumatori e imprese”

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 8 aprile 2020

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Avatar
ROBERTO

Oggetto: Emissione voucher nel caso di annullamento viaggio causa covid-19.

Nonostante la mia richiesta di rimborso sono stato costretto ad accettare il voucher così come offerto dall’agenzia/tour operator comunicandomi che il loro agire è in ottemperanza alle disposizioni di legge ed a tutela della loro sopravvivenza e dei dipendenti.

Il rischio d’impresa è connaturato all’idea stessa di impresa ed è sempre presente in tutto l’arco temporale della gestione di un’attività nonché dipendente da circostanze spesso non controllabili. Pertanto spetta all’imprenditore il calcolo e la gestione del rischio d’impresa per tentare di prevedere e mettere al sicuro oltre a se stesso i propri dipendenti.

Con il Decreto Legge n. 9/2020 il legislatore ci ha “raccontato” di voler tutelare sia le imprese del turismo che i clienti finali congelando la finanza dove era allocata e distribuendo orizzontalmente il sacrificio, ma, con il “sistema voucher”, chi ci ha rimesso in percentuale maggiore è stato come sempre il consumatore che si è dovuto assumere anche il rischio d’impresa delle agenzie/tour operator in quanto la normativa introdotta prevede condizioni più sfavorevoli per il cliente finale.

Il problema principale dei voucher, che può essere un’opzione accettabile, è la durata, in quanto deve essere utilizzato entro un anno dalla sua emissione, e con date di emissione del 27.03.2020, come nel mio caso, sperando che presumibilmente il settore turistico possa tornare a regime tra settembre/ottobre 2020, il valore temporale del voucher è già dimezzato in partenza. Inoltre se non potessi partire nella tempistica fissata dal voucher o se avessi problemi con il lavoro o se l’agenzia/tour operator fallisse o se semplicemente perdessi l’interesse per al viaggio.

Una famiglia con il marito in ferie obbligate e successivamente in C.I.G. e la moglie in ferie obbligate secondo il legislatore del Decreto Legge n. 9/2020 e secondo le agenzie/tour operator, che hanno imposto al consumatore tale scelta, hanno come priorità l’organizzazione di un viaggio entro il 27.03.2021 quando probabilmente in ottobre il settore turistico non sarà ancora a regime ed in particolare con quali ferie.

Con questo sistema il consumatore è stato “usato” dalle agenzie/tour operator a garanzia dei fornitori dei vari servizi che compongono un pacchetto turistico e per nulla tutelato.

Concludendo il consumatore potrebbe farsi carico del rischio d’impresa, anche se non di sua competenza, ma è stato ingiusto forzarlo ad accettare il voucher così come definito, dovrebbe esserci la possibilità di riscattarlo in denaro in caso di impossibilità ad utilizzarlo e dovrebbe esserci la possibilità di prorogare la durata annuale oppure di fissare una data di scadenza minimo al 31.12.2021.

Vi chiedo cortesemente d’intervenire presso le istituzioni competenti, quale associazione dei consumatori, al fine di salvaguardare gli interessi dei consumatori stessi e l’ingiustizia subita chiedendo:
– di prorogare la data dei voucher oltre l’anno stabilito o prevedere una data fissa di scadenza minimo al 31.12.2021;
– garanzie contro eventuali fallimenti dell’agenzia/tour operator;
– la possibilità di riscattare il voucher in denaro nel caso di impossibilità ad utilizzarlo.
Grazie
Cordiali saluti


Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma