I consigli per un viaggio in taxi senza problemi

UNC Taxi

L’importanza delle prime impressioni, modi cortesi e abbigliamento professionale, rispetto del codice della strada e tariffe trasparenti: sono questi alcuni dei requisiti che vorremmo da un servizio taxi ideale. D’altra parte, il passeggero dovrebbe impegnarsi a lasciare l’auto esattamente come l’ha trovata (in termini di ordine e pulizia), annullare la chiamata solo se strettamente necessario ed essere rispettoso di un guidatore professionista che è la prima vittima del traffico e delle inefficienze di molte delle nostre città.

Per coniugare le esigenze di queste due categorie, l’Unione Nazionale Consumatori ha realizzato, in collaborazione con mytaxi, le “Buone regole per tassisti e consumatori”, che per la prima volta in Italia accompagnano il consumatore e  il tassista per tutto il viaggio insieme; il vademecum è scaricabile online e disponibile sulle oltre 3.500 vetture dei tassisti iscritti al servizio di mytaxi a Milano, Roma e Torino.

SCARICA “TAXI E CONSUMATORI: per un servizio pubblico “in linea” con noi”

La collaborazione tra chi fornisce il servizio e chi lo utilizza è fondamentale per comprendere le necessità e le aspettative di entrambe le parti; i consigli seguono le varie fasi della corsa (da quando si prenota, a quando si sale sul taxi e si parte, per concludersi con la fine del viaggio e il suo pagamento) e sono rivolti ai tassisti che, aderendo all’iniziativa si impegnano al rispetto di alcuni standard di comportamento e di professionalità che rendano il rapporto con il consumatore più piacevole, ma anche ai passeggeri che vanno richiamati ad una maggiore responsabilità nell’approcciarsi al servizio pubblico non di linea.

Prima di salire in taxi, che lo facciate per vacanza o per lavoro, date un’occhiata al nostro vademecum per scoprire come rendere il viaggio ancora più piacevole!

Autore: Simona Volpe
Data: 3 ottobre 2018

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Isabella

L’articolo è importante e parte dalle basi, che clienti e tassisti devono rispettare. Ma secondo me avete omesso il primo e più grande motivo di discussione tra taxista e cliente, che è l’obbligo per il tassista di avere di accettare pagamenti con carta credito. Nonostante le leggi, troppi taxisti fanno finta di avere il pos rotto, o di averlo dimenticato a casa, o di avere problemi di linea.
Bisognerebbe ripartire da qui per un servizio veramente efficiente.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online