Le ultime novità sull’assicurazione auto per il 2017

commenta  |  pdf

Assicurazione automobileCon 218 voti a favore, 124 contrari e 36 astenuti la Camera dei Deputati ha approvato il testo del Disegno di Legge sulla Concorrenza 2017, un provvedimento che andrà a toccare tantissimi aspetti della quotidianità dei consumatori italiani: dalle novità sulle assicurazioni auto a quelle sulle tariffe energetiche o telefoniche, i cambiamenti riguarderanno settori molto importanti per la vita dei cittadini italiani.

Nelle ultime settimane si è parlato molto soprattutto delle novità riguardanti il campo assicurativo, in particolare a causa della polemica sulla possibilità del ritorno del tacito rinnovo Rc auto. Il tema delle polizze auto è sempre molto caldo nel nostro paese, soprattutto a causa dei prezzi molto alti – rispetto alla media europea – che gli italiani devono pagare per assicurare i loro veicoli. In questo senso qualche buona notizia è arrivata proprio nelle ultime settimane, come i dati dell’ANIA sul calo del prezzo medio delle polizze negli ultimi 5 anni, o l’aggiornamento dei massimali minimi della Rca, che resteranno in vigore fino al 2022. Quali altre novità sulle assicurazioni con il Ddl concorrenza, approvato in via definitiva dopo il passaggio al Senato, dopo oltre due anni e mezzo di distanza dalla prima presentazione della legge )

Tacito rinnovo Rca: tornerà davvero?

Navigando sul web si trovano oggi molti articoli che annunciano il ritorno del tacito rinnovo Rc Auto (ossia il rinnovo automatico della polizza Rca alla scadenza del contratto) in caso di approvazione del ddl Concorrenza. La polemica montata sull’argomento non ha alcuna base nella realtà: la legge non ha infatti mai previsto la reintroduzione del tacito rinnovo Rca, abolito nel 2012 dal governo Monti.

Ciò che il testo originale della legge prevedeva era semmai l’estensione dell’abolizione del tacito rinnovo anche a tutte le assicurazioni ramo danni non obbligatorie. Cosa significa, per il settore dell’assicurazione auto? Che anche tutte le polizze facoltative, come la Furto e Incendio, si sarebbero semplicemente estinte alla loro scadenza, senza la possibilità per le compagnie di rinnovarle automaticamente se l’assicurato non avesse manifestato la volontà di disdire il contratto.

Un recente emendamento proposto dalla senatrice PD Laura Puppato ha eliminato questa possibilità, di fatto lasciando quasi invariata la situazione attuale. Le successive notizie sul ritorno del tacito rinnovo Rca sono figlie soprattutto del titolo un po’ ambiguo di un articolo pubblicato su Linkiesta, che molti giornalisti hanno interpretato in maniera errata. Quali sono allora le vere novità sulle assicurazioni previste nel Ddl?

Tacito rinnovo: cosa cambia e cosa resta uguale

Lo ribadiamo ancora: per quanto riguarda la semplice Rca obbligatoria non cambia nulla. Alla sua scadenza (in genere annuale), il contratto si estingue senza possibilità di essere tacitamente rinnovato, ma solo dopo esplicito assenso del consumatore.

La legge interviene invece in parte su quelle coperture non obbligatorie sottoscritte contestualmente alla polizza Rc auto. Su di esse viene esplicitamente abolito il tacito rinnovo: al termine del contratto Rca, anche queste coperture aggiuntive scadono automaticamente. Di fatto viene confermata una prassi già adottata dalla stragrande maggioranza delle compagnie assicurative, quindi anche in questo senso non cambia molto.

A seguito del tanto discusso emendamento Puppato, non è più previsto alcun cambiamento per quelle coperture facoltative sottoscritte indipendentemente dalla Rca obbligatoria: queste potranno quindi continuare ad essere tacitamente rinnovate dalle compagnie assicurative, proprio come accade ora.

Le altre novità per le assicurazioni auto

Nel testo del Ddl Concorrenza sono previste anche altre novità per il settore dell’assicurazione auto. Una delle più gradite riguarda gli sconti sull’assicurazione che saranno garantiti, anche se non quantificati, ad alcune categorie di automobilisti. Nello specifico, la legge prevede agevolazioni per chi non provoca incidenti da almeno 4 anni pur circolando nelle province considerate a più alto rischio sinistri; lo sconto è subordinato però all’installazione di una scatola nera sul proprio veicolo. Agevolazioni anche per chi installa sulla propria auto uno strumento di rilevazione del tasso alcolemico, e per chi acconsente all’ispezione del veicolo prima della sottoscrizione della polizza.

Al fine di combattere il fenomeno delle frodi assicurative, viene anche introdotto dal Ddl Concorrenza l’obbligo, in caso di incidente con danni, di indicare i nominativi degli eventuali testimoni già al momento della denuncia del sinistro. Speriamo solo che questo provvedimento non finisca per favorire le testimonianze di “comodo”, a favore di uno dei danneggiati in mancanza di sanzioni per testimonianze non veritiere o addirittura di persone non presenti sul luogo dell’incidente.

HAI BISOGNO DEL NOSTRO AIUTO? SCRIVICI ALLO SPORTELLO DEDICATO

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 12 agosto 2017

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori