Problemi di debiti, cosa fare?

Sovraindebitamento

“Ho il dubbio di aver corrisposto più interessi in banca di quanto previsto dalla legge! Come posso verificare se la mia banca mi addebita spese troppo alte per i finanziamenti concessi?”, “È possibile rimodulare il mutuo o  trovare un accordo di saldo e stralcio con l’Istituto di credito?” e ancora “Mi hanno pignorato casa e vorrei cercare un rimedio!”.

Purtroppo si tratta spesso di dubbi legittimi da parte dei consumatori, anche perché può capitare che le banche applichino interessi troppo alti ai propri clienti, oppure rendano i contratti di finanziamento eccessivamente onerosi, nonostante il tasso “in regola”, applicando spese aggiuntive e pensando così di aggirare i controlli sull’usura.

Senza contare che alle volte sono stati notificati atti di pignoramento, senza i presupposti necessari. Semplicemente, poi in alcuni casi sono cambiate le condizioni economiche del correntista che non è  più in grado di pagare…

Nel dubbio, è necessario verificare tutta  la documentazione per capire se sono stati rispettati i termini di legge ed in caso emergano irregolarità, valutare l’opportunità di agire in giudizio ponderando i costi-benefici di una possibile azione legale, oppure valutare l’opportunità di trovare un accordo transattivo extragiudiziale con la Banca. In altri casi si può decidere di accedere al sovraindebitamento per azzerare i propri debiti (si tratta di una procedura di esdebitazione, prevista dalla legge n. 3 del 27 gennaio 2012, definita “legge salva suicidi”, per aiutare i c.d. sovraindebitati a far fronte ai debiti contratti affinché agevolmente e senza troppi sacrifici riescano ad estinguirli ed, al contempo, evitare che possano essere iniziate o proseguite, in loro danno, procedure esecutive come pignoramenti immobiliari, mobiliari e presso terzi).

Assistiamo  i nostri soci svolgendo un’analisi preliminare gratuita finalizzata alla verifica di possibili anomalie nei contratti di finanziamento e nelle azioni intraprese dalla Banca e mirata alla valutazione delle possibili strade da percorrere per risolvere i problemi insorti con gli Istituti di credito.

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 19 aprile 2019

 

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori
© 2019 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online