Vegas: Consob unica europea a fianco della Bce

commenta  |  pdf

Unione finanziaria significa anche un’autorità per i mercati finanziari che si ponga in modo speculare e simmetrico rispetto al ruolo della Bce in ambito bancario. L’attuale architettura del sistema di supervisione finanziaria, in vigore dal 2011, merita di essere riconsiderata.

Ciò tenendo conto che il settore creditizio ha come punti di riferimento la Bce e l’Eba, mentre gli altri comparti del mercato finanziario fanno capo ad Esma ed Eiopa.

Una semplificazione è auspicabile. Il traguardo di due soli soggetti rappresenterebbe un consistente passo in avanti. Da una parte un’Autorità preposta alla supervisione micro-prudenziale e dall’altra un’autorità che si occupi della correttezza dei comportamenti, perseguendo l’obiettivo della tutela dei risparmiatori e degli investitori. La Brexit, che implica oltre ad un ripensamento anche una riallocazione dell’Eba dalla sua attuale sede di Londra, è la migliore occasione per favorire la nascita di questo modello. E Milano sarebbe la sede ideale per una auspicabile nuova autorità europea a presidio della trasparenza e della correttezza. Se vogliamo che Milano mantenga un ruolo di snodo finanziario di rilevanza nazionale e internazionale, dobbiamo, in primo luogo e in ogni caso, creare le condizioni affinché le imprese domestiche abbiano interesse a mantenere qui le proprie basi operative, per affrontare i mercati globali. Va creato anche creare un ambiente per le attività d’impresa del settore finanziario che risulti attraente per gli operatori esteri. In questo contesto, la prospettiva della Brexit è per Milano un’ulteriore, straordinaria opportunità.

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori