Banconote strappate o rovinate: cosa fare?

banconote strappate

Vi è mai capitato di ritrovarvi nelle tasche o nel portafoglio delle banconote rovinate, magari strappate o macchiate? Ma saranno ancora valide, come fare per saperlo? Oppure avete un’attività commerciale e non sapete come comportarvi quando un cliente vuole pagare con banconote che non sono del tutto integre? In entrambi i casi non c’è da preoccuparsi esiste una soluzione! Ne sa qualcosa Livia che mi ha raggiunto con un messaggio vocale su Instagram. Ecco la sua storia.  

Buongiorno avvocato, volevo farle una domanda. Ieri sono andata al supermercato a fare la spesa, arrivata alla cassa ho chiesto di pagare in contanti, ma il cassiere non ha voluto accettare le banconote perché erano rovinate, leggermente strappate su un lato. Tra l’altro si tratta di banconote che ho ricevuto come resto da un altro commerciante e che ho accettato tranquillamente pensando fossero riutilizzabili. Quindi ora mi chiedo, il comportamento del cassiere è stato corretto?

Sei curioso di conoscere la mia risposta? Puoi ascoltarla nell’ultimo episodio del mio podcast “Nessun Problema” dedicato proprio ai quesiti dei consumatori? Lo trovi a questo link: È obbligatorio accettare banconote danneggiate?

Anche tu puoi mandarmi la tua domanda con un messaggio vocale su Instagram.  
Se vuoi approfondire il tema puoi leggere questo articolo: Cosa fare in caso di banconote rovinate o strappate

 

Autore: Massimiliano Dona
Data: 27 aprile 2022

 

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di
TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2022 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma