Estate a rischio ladri: ecco come difendersi

Pronti per le vacanze estive? Ecco alcuni dei suggerimenti degli esperti di sicurezza dell’Unione Nazionale Consumatori per proteggere al meglio la propria abitazione, evitando spiacevoli sorprese al rientro.

Innanzitutto è bene sapere che sono due le categorie di ladri che colpiscono: le bande specializzate, che vanno a colpo sicuro puntando le case di proprietà di famiglie facoltose, più complicate da violare, ma che garantiscono un bottino importante, e coloro che invece approfittano di qualsiasi situazione e prendono di mira appartamenti senza una reale strategia. E’ poi bene seguire alcuni accorgimenti:

Interventi strutturali. Ormai non siete più in tempo per farli. Il prossimo anno ricordatevi che è possibile avere una casa più sicura, anche se non esiste una garanzia totale. Il problema è fare un’attenta analisi costi benefici, valutando i costi del preventivo in relazione ai possibili danni che potete subire. Ad esempio: nella vostra zona ci sono già stati furti? La vostra casa è isolata o in centro? Il primo passo può essere cambiare le serrature, poi mettere una porta blindata con spioncino, installare videocitofoni, telecamere a circuito chiuso, poi grate alle finestre o vetri antisfondamento, infine installare un sistema antifurto (collegato possibilmente con le forze dell’ordine o con un’agenzia di vigilanza privata). Valutate anche l’opportunità di tapparelle rinforzate o di un dispositivo automatico che, ad intervalli di tempo, accenda luci, radio e televisione. Una volta installato l’allarme, ricordatevi di attivarlo. Sembrerà strano, ma molti, dopo averlo installato, lo tengono spento, ad esempio quando sono in casa.

Chiudete tutto. Per quest’anno ricordatevi di chiudere tutte le finestre. Si chiude sempre la porta d’ingresso, ma poi, ritenendola a torto non accessibile ai ladri, si lascia aperta una finestra per far circolare l’aria. Sbagliato! E le cantine, i solai, il garage? Assicuratevi che bici, moto e macchine lasciate in cortile o in garage siano chiuse a chiave. Se abitate in un palazzo, ricordatevi di chiudere e far chiudere anche agli altri condomini, il portone.

Chiavi di casa. Per sicurezza è sempre meglio lasciare le chiavi di casa ad un amico fidato rimasto in città. Eviterete un rientro anticipato. Potrà di tanto in tanto andare a controllare che tutto proceda per il verso giusto.

Posta. Indispensabile che il portiere o un vicino di casa ve la ritiri, così da non segnalare a eventuali ladri la vostra assenza. Se impossibilitati, lasciate sulla cassetta una scritta: “Vietato lasciare materiale pubblicitario”. Sulla cassetta, così come sul citofono, mettete solo il vostro cognome, non anche il nome.

Contatori. Teneteli in un armadietto a muro chiuso oppure in locali non accessibili agli estranei. Il mancato consumo elettrico è indice della vostra assenza.

Segreteria. Non fate sapere a mezzo mondo i vostri programmi di viaggio, men che meno ad estranei. Non divulgate la data del vostro rientro, specialmente sulla segreteria telefonica e non lasciate messaggi del tipo: “siamo in vacanza …”. Anche se siete single, non registrate il messaggio al singolare (da evitate: “non ci sono”). Meglio il classico e sbrigativo: “Lasciate un messaggio dopo il bip”.

Chiavi. Non attaccate al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di smarrimento, far individuare immediatamente l’appartamento.

Fogli di carta e zerbini. Per verificare se siete in casa è possibile che il ladro inserisca un foglietto di carta tra la porta e lo stipite, in modo che caschi in caso di apertura. Oppure si mette lo zerbino sollevato o appoggiato sulla porta. Se succede vuol dire che siete nel mirino dei ladri. In caso di assenza dite al vicino di controllare anche questi aspetti.

Denaro. Non tenete in casa denaro o oggetti di valore (gioielli, argenteria). Depositateli in banca, in cassette di sicurezza, oppure consegnateli a parenti. Non è consigliabile nascondere preziosi in casa, li troveranno. Se proprio dovete, ricordatevi che i primi posti esaminati dai ladri sono gli armadi, i cassetti (anche sotto e dietro), le tasche dei vestiti, l’interno dei vasi, i quadri, i letti ed i tappeti: regolatevi di conseguenza. Per proteggere gli oggetti più rari e preziosi (quali, opere d’arte, libri o collezioni rare, gioielli antichi, quadri ecc.) potete darli in prestito (comodato) per mostre temporanee a musei, gallerie d’arte ecc.: in questo modo, eviterete di lasciare questi valori nella vostra abitazione.

Foto. E’ utile fotografare le cose di valore che possono essere rubate: le foto aiutano la polizia per le indagini; conservate anche le ricevute dell’acquisto; potete anche marchiare gli oggetti più preziosi in modo che possano essere senza dubbio identificabili in caso di ritrovamento. Ci sono anche marchiature invisibili applicabili, da parte di un esperto, a oggetti di antiquariato.

Assenze brevi. In caso di breve assenza lasciate qualche luce accesa o installate una luce ad intermittenza che saltuariamente si accende e si spegne, la radiosveglia attiva, chiudete sempre la porta a chiave e non lasciate le chiavi sotto lo zerbino, sopra lo stipite della porta, in un vaso o infilate sotto il davanzale della finestra. Ricordatevi che i messaggi sulla porta dimostrano che in casa non c’è nessuno. Mettere dei coperchi o dei contenitori metallici dietro le porte e le finestre.

Problemi. Se al rientro dalle vacanze trovate la porta aperta, manomessa o chiusa dall’interno portatevi in una posizione di sicurezza e chiamate subito il 112.

Autore: Mauro Antonelli
Data: 25 luglio 2018

 

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online