L’esperto risponde su… maxiconguaglio gas

Ho ricevuto, senza alcun particolare avviso, un conguaglio pluriennale per la mia utenza gas di casa per un importo di diverse migliaia di euro. Com’è possibile? Che devo fare?

Soprattutto nel gas, non essendo ancora molto diffusi i contatori elettronici telegestiti (in grado di comunicare automaticamente i consumi) che i distributori installeranno da qui in avanti, è possibile che, a seguito di una autolettura comunicata dal cliente o della rilevazione della lettura da parte del distributore locale o a seguito del cambio del misuratore, vengano emessi maxi conguagli che vanno a fatturare tutti i consumi non precedentemente addebitati. Ecco cosa fare:

  • Bisogna innanzitutto verificare la correttezza delle letture riportate in fattura e in caso di errori contestarla con un reclamo scritto.
  • Per quanto riguarda invece le fatture gas con scadenza successiva al 1° gennaio 2019 il periodo di prescrizione è stato ridotto da 5 a 2 anni. Se i consumi superano quindi i due anni dalla data di emissione va richiesta la prescrizione sempre tramite una comunicazione scritta all’azienda.

Infine è possibile richiedere la rateizzazione dell’importo di conguaglio secondo quanto previsto dall’ARERA (l’Autorità per l’energia). In questo caso è importante sapere che è possibile richiedere una rateizzazione che copra l’intero periodo di conguaglio.

Se vuoi ricevere assistenza personalizzata, vai allo Sportello Luce e Gas

Scopri tutte le nostre FAQ

Autore: Marco Vignola
Data: 12 marzo 2019

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori
© 2019 Unione Nazionale Consumatori

Scarica l'ebook
"Prodotti difettosi"