Denunciata Amazon Prime per la “prova” gratuita

1138 (Sdc – nov. 2015) – Negli ultimi giorni, Amazon sta promuovendo con spot televisivi e sul sito internet il servizio Amazon Prime, spiegando le opportunità del servizio offerto con un forte incentivo rivolto ai consumatori a sperimentarlo: “perché non provarci? Provalo gratis per 30 giorni”. Solo in caratteri microscopici (e comunque visualizzati con una tempistica tale da renderli illeggibili), però si spiega: “Dopo i primi 30 giorni, l’iscrizione prosegue automaticamente a pagamento per EUR 19,99 l’anno”.

Per questo motivo abbiamo denunciato la società di commercio elettronico all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, chiedendo che valutino tempestivamente legittimità di questa pratica, anche perché sono molte le aziende che ultimamente stanno utilizzando questo meccanismo di opt-out per le nuove promozioni, che poi mutano in un servizio a pagamento.

Non è corretto infatti porre a carico del consumatore l’onere di disattivare l’iscrizione onde evitare il pagamento, non solo: la visione dello spot induce i consumatori ad attivare il servizio credendo che si tratti di una semplice prova, invece si ritroverà con un’attivazione automatica!

Autore: Eleonora Iacobelli
Data
: 25 novembre 2015

 

I commenti sono attualmente chiusi.

Paolo

Siamo nel 2020 e Amazon continua con questo modo nascosto di operare. Volevo comprare un oggetto, non volevo iscrivermi a Prime, perchè un’altra volta nel passato c’ero cascato, ho solo scritto l’indirizzo email , non ho proceduto con lo’acquisto perchè mi sono accorto di esserci ancora cascato ed essere stato iscritto automaticamente a Prime con il relativo addebito sulla carta di credito 3,99 euro. Ho dovuto ancora una volta entrare sul sito e cancellare l’iscrizione a Prime. Ma l’addebito rimane.

Ciccio73

Attenzione gente a sparare a zero su tutto ! Anche io pensavo di essere stato iscritto ad Amazon Prime a mia insaputa. Effettivamente è avvenuto ma senza alcune addebito! La data della ricevuta dell’abbonamento corrisponde ad un ordine effettuato il 2 Novembre del 2018. Sono andato a vedere lo storico degli ordini e risulta la cifra esatta pagata allora senza alcun addebito ulteriore. Avendo usato la carta di credito di mio padre, non sono sicuro al 100%. Farò dei controlli ulteriori….. Comunque è da qualche anno che compro da Amazon e mi sono sempre trovato bene. In generale comprare online su siti affidabili molto spesso conviene. E i vari commenti degli altri acquirenti ci aiutano a salvaguardarci.

Silvano

ho avuto attivata l’iscrizione senza richiederla senza nemmeno essere giunto ad effettuare l’acquisto. e non è la prima volta. Una vergogna. Con me Amazon ha chiuso perché il comportamento è davvero deplorevole. Mi chiedo se in altri Paesi succede la stessa cosa ma credo proprio di no. Non comprerò più nulla su Amazon.

Roberto

Stessa situazione capitata anche a me , mi sono ritrovato iscritto a Prime a mia insaputa risultato: 36€ sottratti dalla carta di credito. Ho revocato l’iscrizione a prime appena me ne sono accorto ma i soldi se ne sono andati. Qualcuno conosce modalità per richiedere rimborso? Non acquisterò mai + da Amazon.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.

Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma