ANTITRUST: dopo nostro esposto, sanzione per siti turistici online

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Bene la condanna di pratiche illegittime che ostacolano lo sviluppo dell’E-commerce.

Roma, 16 gennaio 2018 – “Bene, sempre più italiani usano siti comparatori per confrontare i prezzi o acquistano vacanze on line. E’ importante, quindi, che ci sia trasparenza e, soprattutto, che si ponga fine a pratiche illegittime che ostacolano il pieno sviluppo dell’E-commerce, come quella di addebitare supplementi di prezzo non dovuti” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la conclusione di sei procedimenti dell’Antitrust nei confronti di professionisti che operano come agenzie e comparatori turistici online attraverso i siti www.volagratis.com, www.opodo.it, www.govolo.it, www.edreams.it, www.gotogate.it.

“Non è un caso che la nostra associazione ha appena stilato una guida per informare meglio i consumatori sui loro diritti, scaricabile gratuitamente dal nostro sito” conclude Dona.

L’Antitrust ha riscontrato la presenza di informazioni non sufficientemente trasparenti e di immediata comprensione per il consumatore, che ostacolavano l’esercizio dei relativi diritti, riferite alle responsabilità del soggetto che offre il servizio di intermediazione, all’identità della piattaforma per le prenotazioni alberghiere, ai criteri in base ai quali sono calcolati gli sconti praticati.

Le contestazioni hanno riguardato, inoltre, l’applicazione di un supplemento di prezzo in relazione alla tipologia di carta di pagamento utilizzata per l’acquisto di voli, un costo di transazione al quale i consumatori non erano in grado di sottrarsi, se non scegliendo forme di acquisto e pagamento più disagevoli.

In taluni casi, è stata ritenuta illecita anche la previsione di un numero per l’assistenza telefonica post vendita a tariffazione maggiorata e l’assenza di un indirizzo elettronico che il consumatore può utilizzare per comunicare efficacemente con il professionista.

Per queste violazioni sono state irrogate ai professionisti coinvolti sanzioni amministrative pecuniarie superiori a complessivi 4 milioni di euro.

 

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online