Amazon e le denunce dei consumatori

Migliaia di Kindle Fire venduti sul sito di Amazon al prezzo di un euro (invece di 64,99) per poi annullare l’ordine dando la colpa ad un guasto tecnico: è il motivo per cui i legali dell‘Unione Nazionale Consumatori hanno denunciato il colosso dell’e-commerce all’Autorità Antitrust. (Leggi a riguardo: Amazon e la denuncia per il Kindle a 1 euro)

Purtroppo non è il primo caso in cui i consumatori hanno avuto a che dire con Amazon: soltanto poche settimane fa, infatti, l’azienda è stata condannata ad una multa di 300 mila euro dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che ha accertato che due società di Amazon hanno omesso o fornito in modo incompleto informazioni rilevanti (Leggi il bollettino dell’Antitrust n.11).

A ciò si aggiunge la nostra denuncia dello scorso novembre su Amazon Prime: nello spot andato in onda  nei mesi scorsi infatti, Amazon promuoveva una “prova gratuita” del servizio di consegna veloce ‘Amazon Prime’ riportando solo nelle note, con caratteri illeggibili, il fatto che dopo i primi 30 giorni di utilizzo gratuito diventava automaticamente a pagamento per la durata di 1 anno.

Dopo la denuncia, l’Antitrust, in pieno accoglimento della tesi dell’UNC, ha ordinato ad Amazon di rimuovere o modificare i messaggi pubblicitari scorretti. Secondo quanto riferito dall’Authority, l’azienda ha provveduto a modificare i messaggi pubblicitari in onda e si è impegnata a fornire una informativa più chiara e trasparente sul servizio “Prime” e i vantaggi ad esso connessi.

Autore:
Simona Volpe
Data: 26 maggio 2016

 

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

MCRISTINA

BUONGIRONO , VORREI FARE SAPERE CHE HO AVUTO un pessimo servizio con Amazon a che. tuttora ( da 2 mesi) attendo un risarcimento di un prodotto che ho pagato circa 150 euro e che non è mai arrivato . il risarcimento non è tuttora stato approvato .Amazon ha scaricato la colpa sul servizio. di consegna TNT che a sua volta a. scaricato la colpa ad amazon…ma alla fine io soro rimasta con un pugno di mosche in mano e 150 euro pagate per niente Ho ricevuto una dozzina di mail esplicative alle mie. richieste; le risposte di Amazon sembrano scritte da un google translator invece che da una persona … ho già fatto denuncia all polizia m nn ne è venuto fuori nulla. La polizia dice. che Amazon. è. responsabile ultimo anche della consegna Se avete consigli o casi simili … fatemi sapere grazie dell’attenzione . Cordialmente dr ambrogi mariacristina

Potrebbe interessarti anche...
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online