Fibra: di veloce c’è solo la richiesta di pagamento delle fatture?

Internet_fibra

Sulla fibra, negli ultimi tempi, si è creata parecchia confusione: velocità della linea, modem non adatto, abitazione non sufficientemente vicina alla centrale per la connessione super-veloce, sono solo alcuni dei problemi che si possono verificare quando si cerca di avere una buona connessione nella propria casa.

Dai dati risulta chiaro come dei 17 milioni di utenti che hanno una linea internet a casa solamente il 4,5% del totale (760 000 utenti) ha una connessione con vera fibra.

Pubblicità non proprio chiara

A complicare ulteriormente la situazione c’è la pubblicità che molte compagnie telefoniche hanno messo in atto vendendoci per fibra una connessione che nella realtà è tutt’altro che “super-veloce”.

Gli operatori telefonici sembra abbiano giocato molto sulla confusione che esiste nel riuscire a capire quanto potente e che tipo di connessione possiamo avere all’interno del nostro appartamento; l’Antitrust li ha sanzionati severamente con multe tra i 4 e i 5 milioni di euro per pubblicità ingannevole. Proveremo a fare chiarezza su come destreggiarsi e su come riuscire a distinguere la vera fibra.

Come capire se si tratta di vera fibra o di una connessione ADSL?

Ai nostri sportelli arrivano sempre più spesso lamentele di consumatori che denunciano problemi a navigare pur avendo acquistato una connessione con la fibra.  

E’ bene chiarire che l’Agcom ha stabilito che si può vendere un contratto con la fibra soltanto se la connessione arriva fino a dentro l’abitazione del cliente. A volte, infatti, la presunta fibra arriva solo alla cabina stradale o al distributore del quartiere, tutto ciò non è sufficiente per poterla considerare vera fibra, infatti basta che il collegamento dalla cabina all’abitazione avvenga attraverso il normale doppino di rame e si finisce per abbassare moltissimo la velocità di trasmissione effettiva, impedendoci di navigare alla velocità pattuita con il gestore.

Come posso capire se la velocità della connessione è quella pattuita ?

Per riuscire a capire se la nostra, è realmente la fibra per cui paghiamo ogni mese la bolletta è utile verificare la velocità effettiva con cui navighiamo con delle app che si possono scaricare comodamente suoi nostri dispositivi.

Ma soprattutto è molto importante verificare la nostra velocità di navigazione con il così detto “Misura internet” (NE.ME.SYS.)presente sul sito dell’Agcom con il quale si ottiene un certificato che ha valore legale e può essere usato per reclamare contro il mancato rispetto delle condizioni stabilite nel contratto. Nel momento in cui si ha la prova che la velocità di connessione è minore rispetto a quanto previsto dal contratto, si può presentare un reclamo scritto nel quale descrivere il problema allegando il risultato del test eseguito, se entro 40 giorni non si riceve una risposta o la risposta non è soddisfacente è possibile contattare i nostri esperti al fine di valutare come procedere.

Semaforo: come orientarsi

Per aiutare i consumatori ad orientarsi, l’Autorità per le Garanzie delle Comunicazioni ha creato uno schema che i gestori telefonici devono adottare, attraverso il quale orientarsi tra le molteplici offerte che ci vengono presentate rispetto alla connessione di casa, un semaforo che anziché regolare il traffico dei veicoli ci indica quanto potente e affidabile risulta essere la nostra linea.

  • Luce rossa: indica una connessione di tipo ADSL, connessione standard 
  • Luce gialla: indica una connessione di tipo fttc/fttb. La ffttc è la fiber to the cabinet, dove cabinet è l’armadio stradale da cui si dipartono le singole connessioni ai comandi e agli appartamenti. La fttb è la fibert to che building, dove la fibra arriva fino a condominio e da lì in poi si usa il rame per arrivare nelle unità abitative
  • Luce verde: FTTH (fibra PURA) ‘FIBER TO THE HOME. Solo in questo caso i cavi della fibra arrivano fino a dentro casa nostra

Nel caso in cui la velocità effettiva non è conforme al contratto stipulato i nostri esperti sono a vostra disposizione per prestare assistenza grazie allo SPORTELLO TELEFONIA

Autore: Lorenzo Cargnelutti
Data: 2 aprile 2019

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Avatar
Lionello

SALVE. 6 giorni fa, causa temporale particolarmente violento, ho subito danno al modem. Il 155 ha aperto la pratica, entro due giorni sopralluogo per l’accertamento del danno (Non riparabile) ed attesa arrivo del CORRIERE (quale?) per la consegna del nuovo Modem. (Danneggiato, imballato per consegna contestuale al CORRIERE). Sono in attesa del nuovo modem. In assenza, TRASCORSI DIECI GIORNI provvedo a denuncia per truffa, senza preavvisi a chichessia!

Avatar
Sonia

10 giorni fa un operatrice wind mi contatta dicendo che il mio modem deve essere sostituito con uno con internet fibra a nessun costo aggiuntivo nella mia bolletta ho anche linea fissa. Dal giorno 30 aprile non ho più internet e linea telefonica. Il modem nuovo non mi è stato consegnato. Contattare wind e impossibile.

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno Sonia, può contattare i nostri esperti attraverso lo sportello Telefonia sul nostro sito, le diranno come procedere.

Avatar
Cesare Zaccaria

I CONSUMATORI SONO POLLI DA SPENNARE, CON I FORNITORI DI SERVIZI NON CI PUO’ ESSERE COLLOQUIO, DA NOI VOGLIONO CODICE FISCALE, INDIRIZZO, NUMERO TELEFONO EMAIL LORO SI NASCONDONO DIETRO MURI DI GOMMA , NON FORNISCONO NOME DEL RESPONSABILE, EMAIL , INDIRIZZO POSTALE, I RECLAMI SOLAMENTE SU FORMAT PREDISPOSTI CHE NON CONSENTONO LAMENTELE.

Avatar
Antonello

È proprio vero, io ho sottoscritto il contratto , ma siamo lontanissimo dai 100 mbs promessi. Tutte truffe. Saluti

Avatar
Carlo

COME AL SOLITO L’AGCOM COMPLICA LA VITA. PER TESTARE SE WIND MI HA FREGATO CON FIBRA DEVO : CONNETTERE IL PC VIA CAVO; SPEGNERE IL WIFI, RECITARE IL ROSARIO E MANDARE A QUEL PAESE L’AGCOM.
HO ESEGUITO SOLO L’ULTIMA INCOMBENZA….
ANCORA ATTENDO LA RICHIESTA CONCILIAZIONE CON QUEI TRUFFATORI DI WIND. …

Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Scarica la guida
"I tuoi diritti al telefono"