Telefonia: nuove multe per la vicenda dei 28 giorni

Un nuovo capitolo nella ormai famosa vicenda delle bollette a 28 giorni, o forse dovremmo dire nel tira e molla tra consumatori e Authority da una parte e compagnie telefoniche dall’altra, compagnie che cercano di arrampicarsi sugli specchi a suon di ricorsi legali e trucchetti pur di non rimborsare gli utenti e aggirare le delibere. Ma stavolta, almeno per il momento (in questi casi la prudenza è d’obbligo…), gli è andata male! Il bello è che la multa non è arrivata per il passaggio a 28 giorni, ma per il ritorno alla fatturazione mensile. Come dire: è la legge del contrappasso! Che soddisfazione!

L’Autorità delle comunicazioni, infatti, ha sanzionato Tim e Wind Tre per un totale di circa 2,4 milioni di euro, per via delle modalità con le quali, nel mese di aprile 2018, dopo aver ripristinato la fatturazione mensile (costrette a farlo dalla legge 4 dicembre 2017, n. 172), hanno effettuato la rimodulazione tariffaria, aggiustando il vecchio aumento dell’8,6%.In quell’occasione, come si legge nelle delibere di condanna, non hanno “rispettato gli obblighi normativi vigenti in materia di trasparenza e completezza delle informazioni, nonché di diritto di recesso“. “E’ la legge, bellezza!” avrebbe detto Humphrey Bogart. La trasparenza e la completezza delle informazioni sono sempre un diritto del consumatore. A maggior ragione il diritto di recesso, che non può essere esercitato senza un’informazione esaustiva e chiara. Lo avranno capito? Mah!

Autore: Mauro Antonelli
Data: 5 dicembre 2018

Prosegue la nostra raccolta delle pre-adesioni per un’eventuale class-action che potrebbe essere necessaria non solo per gli utenti della telefonia fissa che hanno cambiato operatore (per cui i rimborsi previsti da Agcom non saranno automatici), ma anche per tutti i clienti della telefonia mobile interessati a reclamare un danno ulteriore, nell’ipotesi in cui l’Antitrust dovesse accertare il cartello anticoncorrenziale tra gli operatori.

Non vi resta che compilare e condividere il nostro modulo di pre-adesione (gratuita e non impegnativa): avete aderito già in moltissimi ma per chi non lo avesse ancora fatto, ecco IL MODULO DI PRE-ADESIONE!

Per ripercorrere le tappe dell’intera vicenda leggi “Fatturazione 28 giorni: entro fine anno arriveranno i rimborsi?”

 

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online