UNC offre assistenza legale ai truffati nell’inchiesta su truffe online

Nei giorni scorsi, la Guardia di Finanza di Cremona ha arrestato quattro persone per associazione a delinquere finalizzata alle truffe online, frode fiscale e riciclaggio. Il gruppo, attraverso siti di vendite online (Sottocosto.online e i siti gemelli advstocks.it, marashopping.it e offerteazero.it) ha truffato migliaia di ignari clienti che pensavano di acquistare convenienti carichi di vino pregiato,  buoni carburante, prodotti elettronici e altro a prezzi concorrenziali,  ma in realtà (dopo aver pagato un lauto anticipo) non hanno ricevuto la merce.

L’Unione Nazionale Consumatori offre assistenza legale ai consumatori truffati e annuncia di costituirsi parte civile nel procedimento penale.

Per informazioni e assistenza, contattaci attraverso il nostro SPORTELLO E-COMMERCE

“Purtroppo lo sviluppo che sta avendo l’e-commerce, l’unico settore che cresce a due cifre nelle vendite, ha determinato anche un aumento delle truffe e delle pratiche commerciali scorrette -commenta il Presidente Massimiliano Dona. Abbiamo già ottenuto numerose condanne dell’Antitrust per siti che facevano vendite piramidali, che non consegnavano i prodotti, che non rimborsavano i clienti a fronte dell’annullamento dell’ordine o dell’esercizio del diritto di recesso. Il settore dell’e-commerce potrebbe avere ancor più crescita se non venisse così spesso tradita la fiducia del consumatore. Anche per questo vogliamo intervenire nel processo, costituendoci parte civile”.

Autore: Simona Volpe
Data: 23 luglio 2019

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti. I dati inseriti verranno trattati nel rispetto della normativa privacy in vigore.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

*

Avatar
STEFANIA

Buongiorno un anno fa’ diedi sospensione della corrente in seconda casa .il 12 luglio chiamai per farmela riattivare ma con grande stupore venni a sapere che il mio codice pod fu’ intestato a una ditta di Avellino … Quando io ho la seconda casa in provincia di Campobasso e, ancora ad oggi non riesco a risolvere la faccenda !!! Poiché a casa mia risulta la corrente non attiva al mio nome ma a questa ditta di Avellino vi chiedo aiuto grazie

Avatar
Lorella

Salve,a chi posso rivolgermi per una truffa online? Grazie mille

La Redazione UNC
La Redazione UNC

Buongiorno, può contattarci attraverso lo SPORTELLO E-COMMERCE in home page, i nostri esperti dopo aver studiato il suo caso le diranno come procedere. Grazie!

Avatar
Chiara

Perche’ Amazon chiede di nuovo le mie credenziali mettendo (guarda caso) il numero di carta di credito e relativa intestazione come prime informazioni da fornire? Io non l’ho fatto e, se fosse vero cio’ che dicono come giustificazione (il mio account e’ stato forzato), nel momento in cui dovesse servirmi, creero’ un nuovo account.


Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Scarica la guida
"I tuoi diritti al telefono"