CLASS-ACTION – Nuovo testo su misura per le aziende

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 11 maggio 2009 – “Il nuovo testo di riforma della class-action che sta per essere discusso in Senato è scritto su misura per le aziende”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, facendo osservare i molti passi indietro rispetto all’attuale art. 140 bis del Codice del consumo, subito congelato dopo la sua approvazione nel 2007.

“Il progetto è stato scritto con mano tremante dal legislatore, forse perché guidata dal mondo confindustriale -prosegue Dona insistendo su alcuni interrogativi irrisolti-. Perché privare le organizzazioni dei consumatori di una legittimazione concorrente rispetto a quella individuale? Se è giusto che ciascun cittadino possa azionarsi, non si spiega perché escludere le associazioni rappresentative dal potere di iniziativa diretta, eventualmente al fianco dei danneggiati?”.

Ed ancora: “perché sanzionare in modo punitivo l’azione giudicata infondata e non prevedere analoga sanzione a carico dell’azienda che fosse ritenuta colpevole?”. “La verità -conclude Dona- è che si sta lavorando ad un istituto che nessun Sig. Rossi avrà il coraggio di attivare per paura delle conseguenze di un’eventuale pronuncia di rigetto. E le aziende scorrette avranno ancora vita facile, nella certezza di restare impunite”.

L’Unione Nazionale Consumatori, insieme ad Adiconsum e Movimento Difesa del Cittadino, ha convocato una conferenza stampa che si svolgerà stamane, alle ore 11 presso il centro congressi Cavour (Roma, Via Cavour 50/a) per spiegare alla stampa  cosa è indispensabile modificare, perché l’azione collettiva italiana sia efficace contro le truffe, i raggiri, le furbizie e non sia un bluff utile solo a paralizzare i Tribunali e favorire il business per gli studi legali.

Interverranno, insieme a Massimiliano Dona, Paolo Landi, segretario generale Adiconsum, Cristiano Iurilli, responsabile Centro Giuridico Adiconsum e Antonio Longo, presidente di Movimento Difesa del Cittadino.

Roma, il 11 maggio 2009

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori