L’angolo del notaio: eredità da parente all’estero

commenta  |   stampa  |  pdf

1190 (Sdc – feb. 2016) – Il fratello di mia madre, cittadino italiano residente in Svezia da 50 anni e convivente da 30 anni con una signora, non ha figli, è morto lasciando un testamento a favore della compagna. Nel testamento non viene citato un appartamento che possedeva in Italia (Bari). Mia madre e i suoi fratelli, cosa devono fare, per entrarne eventualmente in possesso?

Secondo il diritto italiano se una persona è stata nominata erede con un testamento, essa subentra in tutti i rapporti sia attivi che passivi del testatore, anche se non espressamente indicati. Pertanto se non c’è una particolare disposizione per l’appartamento di Bari, questo rientra nel patrimonio ereditario dell’erede testamentario anche per un’ eredità da parente estero.

   Hai bisogno di assistenza su questo argomento? Clicca qui!

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori