Quanto si risparmia con i conti correnti online?

commenta  |   stampa  |  pdf

Female hands using online banking on touch screen deviceScegliere il migliore conto corrente on line non è molto semplice dal momento che l’offerta del mercato creditizio continua a crescere e a rinnovarsi con soluzioni sempre nuove e in grado di offrire tanti servizi e vantaggi. Superata la diffidenza iniziale dei risparmiatori, i conti correnti on line, come molte altre soluzioni del mercato creditizio, hanno subito nel corso degli ultimi anni una vera e propria esplosione. A favorire questo processo ha anche contribuito la maggiore competenza tecnologica dei risparmiatori, intesa come la capacità di saper utilizzare i vari strumenti e di muovendosi con maggiore disinvoltura da una banca on line all’altra.

Proviamo a calcolare quanto si risparmia con i conti correnti online

La principale motivazione che spinge gli italiani a scegliere con maggiore frequenza i conti correnti on line è senza dubbio l’ampio margine di risparmio. Secondo gli ultimi dati, le spese di apertura e di gestione previste per un conto corrente on line corrispondono solo ad un decimo di quelle previste da conti correnti tradizionali. Inoltre la solidità patrimoniale garantita dalle banche online è nettamente superiore rispetto a quelle degli istituti di credito tradizionali, senza poi considerare la maggiore flessibilità delle soluzioni e la possibilità di gestire i propri risparmi in autonomia e senza intermediari.

La convenienza dei conti correnti online emerge con maggiore evidenza se si mettono a confronto le spese annuali previste per un conto deposito presso una banca tradizionale e quelle richieste da una banca online: solo 10 euro contro circa 130 euro, considerando le operazioni mediamente svolte da una famiglia nel corso dell’anno. I costi elevati delle banche tradizionali devono ovviamente tenere in considerazione il costo del personale presenti allo sportello e tutti gli altri costi fissi. Un altro indicatore significativo è rappresentato dal costo del bonifico: circa 4 euro per le banche tradizionali, contro 0.8 centesimi per le banche on line.

La crescita dei conti correnti online in Italia

In Italia i conti correnti on line, come molte altre soluzioni creditizie proposte dalla rete, hanno avuto un inizio difficile. La diffidenza dei risparmiatori e la scarsa fiducia verso queste soluzioni hanno per anni rallentato la loro crescita e diffusione nel Paese, che ancora adesso registra dei livelli di crescita nettamente inferiori rispetto al resto d’Europa. La diffusione di questi prodotti è stata agevolata dall’esplosione del web e dei suoi servizi che hanno letteralmente travolto ogni settore, fornendo qualunque tipo di bene e servizio.

Anche la maturazione di una maggiore competenza tecnologica ha reso i risparmiatori più sicuri nell’utilizzo dei vari servizi e consapevoli dei propri diritti e conseguenze delle loro scelte. Secondo i dati Nielsen, la competenza tecnologica e l’apertura verso le proposte del web è cresciuta tantissimo in soli dieci anni. Ad esempio i clienti bancari attivi online in Italia sono quasi triplicati nel corso dell’ultimo decennio. In questo caso il vero traino è stato lo smartphone, utilizzato come strumento per gestire e monitorare le spese.

Non solo soldi

Oltre alla gestione delle proprie finanze, gli italiani usano il web per accedere a molti altri servizi e soprattutto per fare acquisti. L’e-commerce rappresenta infatti un mercato dalla proporzioni e giri di affari in costante espansione. I viaggi, l’abbigliamento e gli accessori, i libri, la musica, gli elettronica di largo consumo e i biglietti per eventi sono i beni e i servizi acquistati con maggiore nel web.

Su questo argomento leggi anche Che cos’è un conto corrente online?

Autore: Unione Nazionale Consumatori
Data: 20 giugno 2016

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2016 Unione Nazionale Consumatori
© 2016 Unione Nazionale Consumatori