BANKITALIA: a febbraio nuovo calo prestiti, -2%

commenta  |  pdf

Roma, 9 aprile 2015 – “Se le banche non ritornano immediatamente a far circolare il denaro, prestandolo a famiglie ed imprese, rischiamo di non sfruttare il buon momento legato ai bassi tassi di interesse e all’andamento delle compravendite, che, dopo 7 anni in negativo, nel 2014 erano tornate a crescere” ha dichiarato Massimiliano Dona (segui @massidona su Twitter), Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando i dati di Bankitalia secondo i quali i prestiti delle banche al settore privato hanno registrato, a febbraio, una contrazione su base annua del 2% (-1,8% a gennaio).

“Per fortuna a marzo è iniziato il Quantitative Easing. Si spera, quindi, che febbraio sia l’ultimo mese a segnare una contrazione, altrimenti Bce e Bankitalia dovranno intervenire” ha concluso l’avv. Dona.

Per l’Unione Nazionale Consumatori a marzo le banche dovranno anche abbassare gli spread, che sono più del triplo rispetto al periodo precrisi. A febbraio i tassi d’interesse, comprensivi delle spese accessorie, sui finanziamenti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto di abitazioni sono stati pari al 3,01%, decisamente troppo alti considerati i bassi tassi di riferimento.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Non rinuciare a difenderti!

Difendere i propri diritti può essere frustrante, soprattutto se si ha di fronte una grande azienda. Ma con accanto un'associazione che ha 60 anni di esperienza nella tutela del consumatore diventa semplice.

Se hai dubbi o difficoltà ricorda che puoi sempre chiamarci allo 06 32600239. Ti risponderemo e cercheremo di risolvere insieme il tuo problema.

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida