Hai un problema da risolvere? Scegli come contattarci!

Invia un reclamo in 3 semplici passaggi

Questo reclamo è per: Luce e Gas

Se preferisci, chiamaci!

Dal Lunedì al Venerdì
dalle ore 9 – 13 / 14 – 18

06 32600239
luce gas

Luce e Gas

Quante volte ti sarà capitato di avere dei problemi e voler fare un reclamo luce e gas? Con questo articolo potrai avere una panoramica sulle più frequenti problematiche energetiche tra cui: fatture inaspettate, solleciti di pagamento per importi non dovuti, sospensione della fornitura elettrica relative ai principali operatori del mercato. Vediamo prima di tutto a cosa prestare attenzione nella bolletta luce e gas.

Le voci della bolletta luce e gas

La prima notizia utile che i consumatori possono trovare in bolletta è se si riferisce a un contratto sul Mercato Libero o di Maggior Tutela (per l’elettricità) o al Servizio di Tutela (per il gas). Subito dopo la bolletta riporta: il nome e l’indirizzo del cliente, l’indirizzo del punto di consegna, il codice POD per l’elettricità e codice PDR per il gas, le caratteristiche tecniche della fornitura e la tipologia del contratto sottoscritto. Inoltre si trovano altre informazioni importanti a cominciare da:

  • importo da pagare e la scadenza;
  • consumi espressi in chilowattora (kwh) per l’elettricità e in metri cubi standard (Smc) per il gas, fatturati nel periodo di riferimento. Si indica poi se i numeri del contatore sono stati letti dal distributore (lettura rilevata), comunicati dal cliente (autolettura) o stimati sulla base dei consumi abituali del cliente.

I reclami luce gas più frequenti

Purtroppo non è facile per i consumatori comprendere se l’importo indicato in bolletta è realmente dovuto. Al nostro sportello riceviamo numerose segnalazioni su:

  • fatture con consumi errati;
  • conguagli troppo alti oltre i due anni;
  • problemi con le attivazioni e gli interventi tecnici;
  • contratti non richiesti, etc.

I reclami riguardano generalmente i principali operatori del mercato: Enel, Eni, Edison, A2A, Acea, Hera, Iren, E.on, Sorgenia, Illumia. (punto aggiunto)

Problemi con la bolletta: a chi rivolgersi e cosa fare

La complessità dei casi rende ancor più indispensabile un’assistenza qualificata che solo consulenti preparati, come quelli di Unione Nazionale Consumatori, possono offrire a partire dal reclamo. La normativa di settore prevede infatti, che in caso di disservizi è necessario inviare, meglio se per tramite della nostra associazione, un reclamo scritto. Nel reclamo è fondamentale inserire i dati della propria fornitura (il POD per la luce, il PDR per il gas, il numero cliente per l’idrico, e i dati di lettura del contatore) e una descrizione breve ma dettagliata della problematica riscontrata. Una volta inviato il reclamo, l’azienda ha 30 giorni di tempo per rispondere in forma scritta e documentata al cliente.

Ma cosa succede nel caso l’azienda non risponda nei tempi o invii una risposta insoddisfacente? Lo strumento più efficace in questi casi è una procedura di conciliazione. Il vantaggio di questa procedura consiste nella veloce ed efficace soluzione della controversia evitando ai consumatori i costi e le lungaggini di un procedimento giudiziario.

Ad oggi nel settore energia esistono Protocolli di Conciliazione ADR con le principali società e loro controllate: A2A, Acea, E.On, Edison, Enel, Eni Gas&luce, Iren. Inoltre, nel caso la controversia riguardi altre società oltre a quelle che hanno stipulato protocolli d’intesa, problematiche con il distributore locale o in cui il cliente sia una PMI, è invece possibile utilizzare il Servizio Conciliazione Clienti Energia dell’ARERA (l’Autorità di regolazione del settore) sempre per tramite di un nostro consulente qualificato.

89%CASI RISOLTI TRA QUELLI LAVORATI DAI NOSTRI ESPERTI
luce gas
Unione Nazionale Consumatori ha risolto 29073 reclami su 32667

Hai un problema da risolvere? Scegli come contattarci!

Invia un reclamo in 3 semplici passaggi

Questo reclamo è per: Luce e Gas

Se preferisci, chiamaci!

Dal Lunedì al Venerdì
dalle ore 9 – 13 / 14 – 18

06 32600239

Quante volte ti sarà capitato di avere dei problemi e voler fare un reclamo luce e gas? Con questo articolo potrai avere una panoramica sulle più frequenti problematiche energetiche tra cui: fatture inaspettate, solleciti di pagamento per importi non dovuti, sospensione della fornitura elettrica relative ai principali operatori del mercato. Vediamo prima di tutto a cosa prestare attenzione nella bolletta luce e gas.

Le voci della bolletta luce e gas

La prima notizia utile che i consumatori possono trovare in bolletta è se si riferisce a un contratto sul Mercato Libero o di Maggior Tutela (per l’elettricità) o al Servizio di Tutela (per il gas). Subito dopo la bolletta riporta: il nome e l’indirizzo del cliente, l’indirizzo del punto di consegna, il codice POD per l’elettricità e codice PDR per il gas, le caratteristiche tecniche della fornitura e la tipologia del contratto sottoscritto. Inoltre si trovano altre informazioni importanti a cominciare da:

  • importo da pagare e la scadenza;
  • consumi espressi in chilowattora (kwh) per l’elettricità e in metri cubi standard (Smc) per il gas, fatturati nel periodo di riferimento. Si indica poi se i numeri del contatore sono stati letti dal distributore (lettura rilevata), comunicati dal cliente (autolettura) o stimati sulla base dei consumi abituali del cliente.

I reclami luce gas più frequenti

Purtroppo non è facile per i consumatori comprendere se l’importo indicato in bolletta è realmente dovuto. Al nostro sportello riceviamo numerose segnalazioni su:

  • fatture con consumi errati;
  • conguagli troppo alti oltre i due anni;
  • problemi con le attivazioni e gli interventi tecnici;
  • contratti non richiesti, etc.

I reclami riguardano generalmente i principali operatori del mercato: Enel, Eni, Edison, A2A, Acea, Hera, Iren, E.on, Sorgenia, Illumia. (punto aggiunto)

Problemi con la bolletta: a chi rivolgersi e cosa fare

La complessità dei casi rende ancor più indispensabile un’assistenza qualificata che solo consulenti preparati, come quelli di Unione Nazionale Consumatori, possono offrire a partire dal reclamo. La normativa di settore prevede infatti, che in caso di disservizi è necessario inviare, meglio se per tramite della nostra associazione, un reclamo scritto. Nel reclamo è fondamentale inserire i dati della propria fornitura (il POD per la luce, il PDR per il gas, il numero cliente per l’idrico, e i dati di lettura del contatore) e una descrizione breve ma dettagliata della problematica riscontrata. Una volta inviato il reclamo, l’azienda ha 30 giorni di tempo per rispondere in forma scritta e documentata al cliente.

Ma cosa succede nel caso l’azienda non risponda nei tempi o invii una risposta insoddisfacente? Lo strumento più efficace in questi casi è una procedura di conciliazione. Il vantaggio di questa procedura consiste nella veloce ed efficace soluzione della controversia evitando ai consumatori i costi e le lungaggini di un procedimento giudiziario.

Ad oggi nel settore energia esistono Protocolli di Conciliazione ADR con le principali società e loro controllate: A2A, Acea, E.On, Edison, Enel, Eni Gas&luce, Iren. Inoltre, nel caso la controversia riguardi altre società oltre a quelle che hanno stipulato protocolli d’intesa, problematiche con il distributore locale o in cui il cliente sia una PMI, è invece possibile utilizzare il Servizio Conciliazione Clienti Energia dell’ARERA (l’Autorità di regolazione del settore) sempre per tramite di un nostro consulente qualificato.

Bacheca Reclami

22 Maggio 2024
Cristina
contattano telefonicamente gli anziani e registrano un sì che ripetono in tutto il contratto registrato con frode (l... Leggi tutto
22 Maggio 2024
Cristina
22 Maggio 2024
Simona
Esperienza pessima Co Sinergy luce e gas(olimpia srl) !!! Contratto iniziato ad ottobre, arrivano le prime 3 bollette... Leggi tutto
22 Maggio 2024
Simona
22 Maggio 2024
Stefano
Buongiorno, NON riesco a rientrare nel mercato tutelato perché a detta del Servizio Elettrico Nazionale il POD del m... Leggi tutto
22 Maggio 2024
Stefano
22 Maggio 2024
Tixi
Mia madre, 94enne, ha ricevuto una bolletta gas di 1.151,17 euro. Dopo un autolettura, la società Plenitude ha rivis... Leggi tutto
22 Maggio 2024
Tixi
21 Maggio 2024
Stefania
Mia madre ha ricevuto bollette del gas assurde ... Leggi tutto
21 Maggio 2024
Stefania
21 Maggio 2024
Abc
Ho ricevuto la bolletta del bimestre Marzo-Aprile di ben €97,87 del servizio di maggior tutela e mi sembra una tari... Leggi tutto
21 Maggio 2024
Abc
21 Maggio 2024
Eleonora
Nell'ultima bolletta del gas di a2a arrivata il 15/05/2024 e riferita al periodo per i consumi dal 01 Gennaio 2024 al... Leggi tutto
21 Maggio 2024
Eleonora
21 Maggio 2024
Graziano
Sto avendo notevoli problemi per pagamento bollette di mia madre Rosa Rivela codice cliente 505533980007(anziana di 8... Leggi tutto
21 Maggio 2024
Graziano
20 Maggio 2024
Maria cristina
Ad Ottobre 2023 ho preso casa in affitto. In questa casa vi erano già il gas e l'energia elettrica attivi con E.on. ... Leggi tutto
20 Maggio 2024
Maria cristina
20 Maggio 2024
Maria assunta
Buonasera, il mio fornitore di energia elettrica Enel energia, a partire dal 1 giugno 2023 al 30 settembre 2023 mi ha... Leggi tutto
20 Maggio 2024
Maria assunta

Statistiche di Luce e Gas

Numero di Reclami ricevuti

5.581 2018
4.286 2019
4.672 2020
6.473 2021
9.775 2022
5.199 2023
3.474 2024

Le province con più segnalazioni

AO
BZ
RM

Aosta: 400

Bolzano/Bozen: 255

Roma: 154

Genova: 107

Perugia: 88

Torino: 79

Chi siamo

Unione Nazionale Consumatori (UNC) è la prima associazione di consumatori in Italia che ha come scopo quello di aiutare, tutelare e rappresentare i consumatori.

SCOPRI DI PIÙ
Le Ultime Notizie su Elettricità e Gas