ENERGIA: slitta a 1° gennaio 2023 lo stop mercato tutelato

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Vittoria per i consumatori! Il Milleproroghe, diventato ora legge, ha spostato la fine del mercato tutelato di luce e gas dal 1° gennaio 2022 al 1° gennaio 2023.

Roma, 25 febbraio 2020 – “Evviva! Vittoria per i consumatori! Accolte le nostre denunce” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando l’approvazione del Milleproroghe, diventato quindi legge, che rinvia di un anno, dal 1° gennaio 2022 al 1° gennaio 2023, lo stop del mercato di maggior tutela per luce e gas.

“Non ci può essere un mercato davvero libero fino a che i primi cinque operatori detengono l’82,5% del settore domestico per la luce e i primi tre gruppi controllano il 44,3% del mercato del gas. Sono ancora troppi, poi, i clienti nel mercato tutelato, il 45% dei clienti domestici del settore elettrico e il 44% per il gas” prosegue Vignola.

“Ora speriamo che il legislatore si dia una bella svegliata e invece di passare, all’italiana, da una proroga all’altra, creando incertezza per i mercati e i consumatori, faccia quello che serve per creare le premesse di un mercato davvero libero, colmando ad esempio il vuoto normativo sul destino da riservare ai clienti che non effettueranno alcuna scelta entro il 1° gennaio 2023, prevedendo aste competitive e introducendo un serio albo dei venditori” conclude Vignola.

HAI UN PROBLEMA DA RISOLVERE? SCRIVI ALLO SPORTELLO ENERGIA

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma