ISTAT: 1896 partecipate con zero addetti e 1454 non attive

commenta  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 22 dicembre 2014 – “I dati dimostrano che l’obiettivo di Cottarelli di ridurre il numero delle partecipate a 1000, cosa che consentirebbe un risparmio a regime di almeno 2-3 miliardi all’anno, è tanto giusto quanto urgente. In particolare non si capisce cosa ci stiano a fare le imprese non attive, ossia senza addetti e senza fatturato. Il sospetto che siano tenute in vita per obiettivi di clientelismo è giustificato” ha dichiarato Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando i dati Istat sulle partecipate pubbliche, secondo i quali sono 1.896 le partecipate pubbliche con zero addetti e 1.454 le non attive.

“Per questo invitiamo il Governo ad accelerare il processo di riordino delle società partecipate. In particolare andrebbero subito azzerati i consigli di amministrazione delle società non attive” ha concluso l’avv. Dona (segui @massidona su Twitter).

 

 

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori

Non rinuciare a difenderti!

Difendere i propri diritti può essere frustrante, soprattutto se si ha di fronte una grande azienda. Ma con accanto un'associazione che ha 60 anni di esperienza nella tutela del consumatore diventa semplice.

Se hai dubbi o difficoltà ricorda che puoi sempre chiamarci allo 06 32600239. Ti risponderemo e cercheremo di risolvere insieme il tuo problema.

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida