ANTITRUST: multate Vodafone, Wind Fastweb per discriminazioni agli utenti con conto estero

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Bene ribadire libertà di scelta del consumatore di domiciliare le bollette anche su conti esteri.

Roma, 29 aprile 2019 – L’Antitrust ha deliberato di sanzionare per 800mila euro Vodafone e Wind e per 600mila euro Fastweb, per aver discriminato gli utenti con conto bancario estero.

“Bene, è importante che sia stata ribadita la libertà di scelta del consumatore di poter pagare anche con domiciliazione bancaria su conti esteri” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Le 4 libertà di circolazione, ossia persone, capitali, servizi e merci, non sono solo a fondamento dell’integrazione comunitaria, ma innalzando le possibilità di scelta del consumatore, aumenta la concorrenza e si riducono i costi a carico di famiglie e imprese, in questo caso sia rispetto alla tenuta del conto corrente sia rispetto alla bolletta telefonica” conclude Dona.

Per l’Antitrust, nell’ambito della commercializzazione di servizi di telefonia fissa e mobile, Vodafone, Wind e Fastweb non consentivano alla clientela il pagamento dei servizi tramite domiciliazione bancaria su conti correnti accesi presso Banche aventi sede in Paesi dell’Unione Europea diversi dall’Italia e quindi con Iban non caratterizzati dalle iniziali nazionali “IT…”.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Scarica la guida
"I tuoi diritti al telefono"