ALIMENTAZIONE: uova contaminate, Ministero della Salute, due positività in Italia

commenta  |  pdf

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Vogliamo sapere i livelli di contaminazione e l’origine delle uova

Roma, 21 agosto 2017 – Il Ministero della Salute ha comunicato oggi che sono state rilevate due positività nell’ambito dei 114 controlli compiuti per verificare eventuali contaminazioni da fipronil su uova, prodotti derivati e alimenti che li contengono.
“Chiediamo di sapere i livelli di contaminazione e l’origine delle uova” afferma Agostino Macrì, responsabile dell’Area sicurezza alimentare dell’Unione Nazionale Consumatori.
“Premesso che l’uso del fipronil non è consentito negli allevamenti di uova e che, quindi, ogni contaminazione è illegale, il pericolo per i consumatori è molto modesto e dipende dai livelli presenti. Ecco perché è importante che siano rese pubbliche le quantità di residui di fipronil presenti” prosegue Macrì.
“L’Organizzazione mondiale della sanità considera il fipronil moderatamente tossico per l’uomo. I sintomi, poi, sono reversibili una volta terminata l’esposizione. Insomma, i rischi per la salute sono molto bassi perché gli effetti da intossicazione si verificano solo in seguito ad esposizioni ad alte dosi. Ecco perché chiediamo al ministero di comunicare i livelli di contaminazione. Inoltre vogliamo sapere da quali paesi provengono i prodotti sui quali sono state rilevate le positività” conclude Macrì.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori