BENZINA: prezzi arrestano corsa al rialzo

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Dopo 4 mesi e mezzo di aumenti si fermano i rincari dei carburanti. Benzina a 1,575 euro al litro, gasolio a 1,440 euro.

Roma, 30 marzo 2021 – “Una notizia positiva. Anche se il calo è impercettibile, si blocca la corsa dei prezzi dei carburanti che durava ininterrottamente dal 9 novembre e che sembrava oramai inarrestabile. Ora il prezzo si attesta a 1,575 euro al litro per la benzina, da 1,579 della settima scorsa e a 1,440 euro per il gasolio, da 1,445 della volta precedente. Un ribasso ridicolo, rispettivamente, dello 0,217% e dello 0,324%, ma quello che conta è che si ferma il rincaro. Non sappiamo, purtroppo, se si tratta di un’inversione del trend o solo di una pausa destinata già a finire con l’arrivo della Pasqua” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“In ogni caso, dall’inizio dell’anno, ossia dalla rilevazione del 4 gennaio, un pieno da 50 litri resta più costoso di 6 euro e 69 cent per la benzina e di 6 euro e 6 cent per il gasolio, con un rincaro, rispettivamente, del 9,3% e del 9,2%. Su base annua è pari a una stangata ad autovettura pari a 161 euro all’anno per la benzina e 146 euro per il gasolio. Ancora peggio se si fa il confronto con il dato del 9 novembre, dove la batosta sale a 236 euro all’anno per la benzina e 230 per il gasolio” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma