CANONE RAI: Ag.Entrate, anticipate l’invio della dichiarazione di non possesso della tv

commenta  |   stampa  |  pdf

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

La legge di Bilancio tolga la dichiarazione perpetua per chi non possiede la tv.  E’ una persecuzione

Roma, 5 dicembre 2016 – L’Agenzia delle entrate ha ricordato oggi che i cittadini che non sono in possesso di un apparecchio televisivo hanno tempo fino al 31 gennaio 2017 per comunicarlo all’Agenzia delle Entrate, presentando il modello di dichiarazione sostitutiva disponibile online. La dichiarazione, infatti, ha validità annuale, e quindi va presentata ogni anno. Tuttavia, suggerisce l’Agenzia, visto che la prima rata per il canone tv dell’anno 2017 scatta già a partire dal prossimo gennaio, per evitare il primo addebito e dover poi chiedere il rimborso, è preferibile presentare la dichiarazione sostitutiva in via telematica entro la fine di dicembre (o entro il 20 dicembre se viene presentata per posta).

“Condividiamo il consiglio dell’Agenzia. Chi deve inviare ogni anno la dichiarazione di non possesso della tv, nonostante abbia legalmente tempo fino al 31 gennaio per farla, per evitare l’addebito della prima rata di gennaio, è bene che anticipi la dichiarazione e la faccia prima del 20 dicembre, se non vuole poi essere costretto a presentare domanda di rimborso o a scorporare la quota del canone dalla bolletta” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“E’ evidente, comunque, che ci troviamo di fronte ad una regola assurda, ad un vero e proprio abuso nei confronti dei contribuenti. Non è possibile che chi non ha la tv sia costretto per tutta la vita a presentare ogni anno una dichiarazione di non detenzione. Si tratta di una sopraffazione bella e buona. Per questo avevamo chiesto che in questa legge di Bilancio si modificasse il contenuto delle precedente legge di Stabilità, laddove si prevede che la dichiarazione di non detenzione ha validità solo per l’anno in cui è presentata. Richiesta che ribadiamo. Se poi, oltre ad inviare una dichiarazione perpetua, con relative spese, si è pure costretti a presentare la domanda di rimborso, ci troviamo di fronte ad una vera e propria persecuzione” conclude Dona.

L’associazione ricorda che per superare la presunzione di detenzione di un apparecchio tv è  ammessa una dichiarazione da inviare all’Agenzia delle entrate ma questa “ha validità per l’anno in cui è stata presentata”. A differenza della dichiarazione di addebito su altra utenza (ossia il quadro B del modellino), quindi, la dichiarazione di non detenzione (quadro A) va ripresentata ogni anno.

I consumatori che hanno bisogno di assistenza possono contattare, gratuitamente, l’Unione Nazionale Consumatori al numero 06-32600239 o via email a  canonetv@consumatori.it oppure l’ Udicon al numero verde 800305503 o all’email canonetv@udicon.org.

Le consulenze sono a totale titolo gratuito, essendo il progetto finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico ai sensi della legge 388/2000 art. 148.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci

Vuoi commentare questo articolo? Usa questo spazio.

Usa questo spazio solo per i commenti. Per le richieste di assistenza invece vai qui.

xAvvertenza

* Campi obbligatori

I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di consumatori.it e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di consumatori.it hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di consumatori.it invita ad un uso costruttivo dei commenti.

*

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori