CORONAVIRUS: serve moratoria su prestiti e bollo auto

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Cura Italia deve prevedere sospensione prestiti contratti per acquisti a rate e blocco bollo auto.

Roma, 27 marzo 2020 – “Chiediamo che, oltre ai mutui, nel Cura Italia sia inserita anche una moratoria per i prestiti contratti per gli acquisti a rate di beni e servizi” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“L’art. 54 del decreto Cura-Italia, infatti, prevede la sospensione del pagamento delle rate del mutuo, ma non interviene sul credito al consumo. Serve un’estensione anche ai finanziamenti chiesti per l’acquisto di auto, mobili, smartphone, elettrodomestici e così via. E’ una misura che serve a immettere liquidità nel sistema, considerato che molti italiani hanno contratto questi debiti prima che l’emergenza Coronavirus riducesse le loro entrate. Una sospensione delle rate che dovrebbe durare, così come previsto per i mutui, per nove mesi, così da dare alle famiglie la possibilità di recuperare la capacità di spesa perduta” prosegue Dona.

“Inoltre, va sospeso in tutta Italia il pagamento del bollo auto. Alcune Regioni hanno già deliberato il rinvio del versamento per i prossimi 3 mesi, ma purtroppo molte mancano all’appello. Per questo, pur essendo una tassa regionale, deve intervenire lo Stato in considerazione della situazione eccezionale verificatesi nel Paese” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2020 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Vuoi riprenderti il futuro?! Scopri quello che abbiamo da dirti...