ENERGIA: Authority differisce la riforma tariffaria sull’elettricità

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Bene, ma a gennaio non scattino tutti gli aumenti sospesi, altrimenti + 9% di arretrati pari a 50 euro.

Roma, 5 dicembre 2018 – Arera ha annunciato che il completamento della riforma delle tariffe della luce viene differita di un ulteriore anno, anche per evitare la sovrapposizione con gli effetti che deriveranno dalla riattivazione degli oneri generali, parzialmente sospesi negli ultimi 2 trimestri per limitare gli aumenti di spesa dell’energia elettrica.

“Bene, decisione saggia, ma chiediamo all’Authority di non ripristinare tutti gli aumenti bloccati già dal prossimo trimestre, ma di scaglionarli” afferma Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Riattivando tutti gli oneri sospesi con l’operazione scudo si avrebbe, infatti, indipendentemente da ulteriori aggravi legati al prezzo dell’energia, un rialzo del 9%, pari per una famiglia tipo a 50 euro su base annua. Una stangata che sarebbe bene diluire nel tempo” conclude Vignola.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Scarica l'ebook
"Prodotti difettosi"