TRASPORTI: Frecciarossa fermo senza aria condizionata

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Treno fermo senza aria condizionata in una giornata da caldo record: i passeggeri hanno diritto di chiedere i danni. Grave la mancanza di informazione.

Milano, 27 giugno 2019 – Il Frecciarossa 9653, partito da Milano alle ore 17, destinazione Roma (ora prevista di arrivo 20,07), è stato fermo per oltre 1 ora, sotto il sole, senza aria condizionata. Poi, ripartito, si è rifermato a Reggio Emila per far scendere un passeggero che si è sentito male. Sono stati fatti scendere tutti i viaggiatori, ai quali è stato comunicato l’arrivo di un treno sostitutivo. Poi, contrordine, sono stati fatti risalire sullo stesso treno, destinazione Bologna, dove vi saranno, almeno si spera, treni sostitutivi. A segnalarlo lo stesso presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano Dona, tra le vittime dell’accaduto.

“Non avere l’aria condizionata funzionante in una giornata dal caldo record come questa vuol dire trasformare i treni in forni. Grave poi l’iniziale mancanza di informazione. Ci attendiamo misure concrete da Trenitalia, altrimenti sarà nostra cura assistere i passeggeri per chiedere i danni a Trenitalia” afferma l’avv. Dona

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Scarica la guida
"I tuoi diritti al telefono"