COMMERCIO: Governo accelera su stop negozi di domenica

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Governo ci riporta a Età della pietra, invece di preoccuparsi di come far riaprire i negozi, si preoccupa di come chiuderli.

Roma, 6 settembre 2018 – I partiti di maggioranza hanno accelerato sullo stop delle aperture domenicali dei negozi, facendo partire alla Camera l’iter di una serie di proposte di legge che puntano a chiudere l’era delle liberalizzazioni del Governo Monti.

“Governo ci riporta all’Età della pietra! E’ incredibile che con tutti i problemi irrisolti di questo Paese si tolga l’unica liberalizzazione fatta dopo le lenzuolate Bersani” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Invece di preoccuparsi di far riaprire i negozi, si preoccupano di chiuderli, tornando al passato e al vecchio” conclude Dona.

Tra le proposte della maggioranza di Governo quella in cui sono le regioni, sentiti gli enti locali, a mettere a punto il calendario ma le uniche deroghe concesse sono solo quattro domeniche di dicembre e altri 4 giorni (fra domeniche e festivi) nel corso di un anno. Una seconda proposta prevede che spetti sempre alle regioni stabilire le nuove regole prevedendo dei turni fra i negozi che però non potranno essere aperti per più di una domenica al mese.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online