TELEFONIA: sanzioni Agcom agli operatori telefonici per i 28 giorni

2 commenti  |  pdf

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Grazie alla nostra segnalazione l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha avviato procedimenti sanzionatori nei confronti di Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb

Roma, 14 settembre 2017 – L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha deciso di avviare procedimenti sanzionatori nei confronti degli operatori telefonici Tim, Wind Tre, Vodafone e Fastweb per il mancato rispetto delle disposizioni relative alla cadenza delle fatturazioni e dei rinnovi delle offerte di comunicazioni elettroniche.

“Bene, ma le sanzioni ora siano esemplari. A differenza di quanto sostenuto ieri alla Camera dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, al question time, non è vero che il Tar del Lazio il 7 giugno aveva accolto le richieste di sospensiva delle compagnie telefoniche, ma aveva solo anticipato il giudizio di merito ai sensi dell’art.55, comma 10 del codice del processo amministrativo. Dunque le compagnie telefoniche hanno proseguito imperterrite a violare la delibera  121/17/CONS dell’Agcom, come se fossimo nel Paese delle banane” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Per questo abbiamo presentato un esposto all’Antitrust, ai sensi dell’articolo 27, comma 2, del Codice del Consumo contro il reiterato comportamento degli operatori che si ostinano a fatturare a 28 giorni anche per la telefonia fissa” conclude Dona.

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori