FISCO: bene modifiche alla plastic tax, ma va eliminata

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

La tassa sulla plastica va eliminata; si a incentivi, no a disincentivi. Imposta graverà su famiglie per 42 euro nel 2020 e 86 nel 2021.

Roma, 18 novembre 2019 – “Bene, ottima notizia. Ma la plastic tax va eliminata del tutto. Servono incentivi, non disincentivi, almeno fino a che non sarà dato modo alle aziende di riconvertire i propri processi produttivi e non vi saranno validi sostituti per i consumatori” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la dichiarazione di Antonio Misiani, viceministro all’economia, secondo il quale saranno ripensate profondamente alcune misure come quella sulla plastica monouso.

“Considerato il gettito previsto dal Governo, 1.079,5 mln nel 2020 e 2.191,9 nel 2021, la mera traslazione dell’imposta di consumo dalle imprese alle famiglie, comporterà, per quest’ultime, un aggravio di spesa pari a 42 euro nel 2020 e 86 euro nel 2021. Una stangata che, per come è congeniata ora la tassa, non porterebbe alcun beneficio all’ambiente ma solo un danno al portafoglio delle famiglie” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2019 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma

Scarica la guida
"I tuoi diritti al telefono"