SICUREZZA: Nas chiudono 37 mense scolastiche. Adesso risarcimenti!

commenta  |  pdf

L’Unc plaude all’azione dei Nas per l’anno scolastico 2015-2016: chiuse 37 mense che rappresentavano un danno per la salute dei bambini e le tasche dei genitori.

Roma, 20 giugno 2016 – “Bene l’azione dei Nas. E’ una vergogna che si metta a rischio la salute dei nostri bambini. Se le frodi nel settore alimentare sono già pericolose e dannose per l’incolumità dei cittadini, rendendo potenzialmente nocive le derrate alimentari, quelle fatte nelle scuole lo sono ancor di più” dichiara Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Inoltre c’è un danno economico per la collettività.  Se, infatti, i pasti offerti non corrispondono a quanto previsto nei capitolati, si realizza un danno sia per l’erario che per le famiglie che hanno pagato rette per pasti differenti da quelli poi effettivamente serviti a mensa. Ecco perché i sindaci, in questi casi, devono procedere contro le ditte coinvolte, chiedendo i danni e risarcendo, poi, le famiglie degli alunni” conclude Dona.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori