RC AUTO: no a compensazioni tra Napoli e Bolzano

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

No al gioco delle tre carte tra province virtuose e quelle con più sinistri. Il premio medio salirebbe.

Roma, 18 ottobre 2018 – “Con tutta la simpatia che possiamo avere per i nostri amici napoletani, non esiste che la riduzione del loro premio sia pagato dagli automobilisti di Bolzano, dato che è ovvio che le compagnie traslerebbero lo sconto obbligatorio verso i consumatori che risiedono nelle province più virtuose. No, quindi, a compensazioni tra Napoli e Bolzano” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando le ipotesi sulla manovra apparse sui giornali.

“Siamo contrari, non solo perché si tratterebbe del solito gioco delle 3 carte, che il ministro Di Maio aveva escluso, ma perché alla fine i premi aumenterebbero per tutti” prosegue Dona.

“Si introdurrebbe, infatti, un meccanismo di compensazione inefficiente, considerato che è normale che un’impresa consideri nel calcolo del premio la sinistrosità di quella zona. Si avrebbe, quindi, un riallineamento che, premiando le zone con più incidenti a danno di quelle con meno sinistri, peggiorerebbe l’efficienza del mercato e finirebbe per determinare uno svantaggio per i consumatori nel loro complesso, facendo innalzare il premio medio” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online