PUBBLICITA’: in Regno Unito rimozione poster pubblicitari Philip Morris

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Pubblicità Iqos: esposto al ministero della Salute. Senza risposta le nostre denunce ad Agcm, Agenzia Dogane e Monopoli.

Roma, 19 luglio 2018 – Il ministro della salute del Regno Unito, Steve Brine, ha inviato alla Philip Morris una lettera formale, ordinando di rimuovere dai negozi e da ogni altro luogo i poster pubblicitari che fanno riferimento a prodotti del tabacco “più salutari” (healthier). Secondo il ministero i manifesti di Iqos, il sistema che scalda e non brucia il tabacco, infrangono il severo divieto di pubblicizzare il tabacco e i prodotti del tabacco.

“Ottima notizia! E’ esattamente la nostra tesi. Per questo nei giorni scorsi abbiamo denunciato all’Antitrust, all’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ex AAMS) il produttore Philip Morris per la pubblicità Iqos presente in aeroporti e stazioni, chiedendone la rimozione immediata” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Purtroppo, però, nessuna autorità è ancora intervenuta, in via cautelare, per vietare quelle postazioni. Per questo ora presentiamo un esposto al ministero della Salute, chiedendo al ministro Giulia Grillo di agire, come il suo omologo del Regno Unito, a tutela della salute dei consumatori” conclude l’avv. Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online