TRASPORTI: ricorso al Tar dei tassisti contro sanatoria Ncc

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Sconcertante è il rientro in rimessa per gli Ncc, già bocciato da Antitrust e Autorità trasporti.

Roma, 14 marzo 2019 – I sindacati dei tassisti hanno annunciato ricorso al Tar contro la circolare del ministero dell’Interno, a loro dire sconcertante, che consentirà ai noleggiatori di operare in deroga e lavorare senza dove rientrare in rimessa.

“La verità è che era la riforma prevista dal Governo ad essere sconcertante e a non reggere sul piano giuridico. Sia l’Antitrust che l’Autorità di regolazione dei Trasporti avevano bocciato le modifiche previste nel settore degli autoservizi pubblici non di linea” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Inutile prevedere sanzioni spropositate per regole assurde, prive di logicità, come quella dell’anacronistico obbligo di rientro in rimessa, che rende solo il servizio più inefficiente sul piano economico e determina esternalità negative, con conseguenze negative per l’utenza, sulla quale finisce per essere traslato il costo di questa irrazionale pretesa” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2019 Unione Nazionale Consumatori
© 2019 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online