TELEFONIA: Garante Privacy, sconcerto e preoccupazione per norma su telemarketing

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Una vergogna, il ddl concorrenza va ritirato dato che invece di migliorare le cose le peggiora

Roma, 4 maggio 2016 – Per il Garante della Privacy suscita sconcerto e preoccupazione la norma, contenuta nel testo del Ddl concorrenza, relativa al telemarketing che elimina il requisito del consenso preventivo per le chiamate promozionali.

“Il Garante ha assolutamente ragione. Si tratta di una norma a dir poco vergognosa. Il ddl concorrenza va ritirato, dato che invece di migliorare le cose addirittura le peggiora. Si è trasformato, infatti, come ha già detto il direttore generale della Banca d’Italia, Salvatore Rossi, esattamente nel suo contrario. La Camera non lo approvi.” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“E’ incredibile ed intollerabile che invece di rafforzare il registro delle opposizioni, consentendo l’iscrizione anche ai numeri di cellulare ed introducendo la possibilità di cancellare tutti i precedenti consensi, in modo da consentire al cittadino di riprendere il pieno controllo dei propri dati, si proceda in direzione opposta. Si vergognino!” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online