TELEFONIA: no ad alzare limiti elettrosmog per il 5G

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Vodafone chiede di alzare i limiti sull’elettrosmog per fare le reti 5G, ma non si fa baratto con la salute dei cittadini.

Roma, 28 novembre 2018 – Per realizzare le reti 5G, secondo il responsabile Affari istituzionali di Vodafone Italia, Michelangelo Suigo, appare quanto mai necessario il supporto delle istituzioni e della politica ed è indispensabile l’adeguamento dei limiti di emissione elettromagnetica a quanto previsto a livello europeo.

“No! Giù le mani dai limiti fissati dall’Italia. Non si baratta la rete 5G con la salute dei cittadini ed il rispetto del principio di precauzione” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

Ricordiamo che l’Agenzia IARC, che è parte dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ha già classificato l’esposizione ai campi magnetici come possibili cancerogeni e che per alcuni ricercatori si dovrebbe passare a probabile cancerogeno.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online