TELEMARKETING: bene l’intervento del Garante Privacy su Vodafone

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Il Garante Privacy ha bloccato Vodafone, che non potrà più inviare sms o effettuare chiamate per finalità di marketing a chi non abbia manifestato uno specifico consenso. E’ una buona notizia ma aspettiamo i decreti attuativi sulla norma call center.

Roma, 4 aprile 2018 – Il Garante Privacy ha bloccato Vodafone, che non potrà più inviare sms o effettuare chiamate per finalità di marketing a chi non abbia manifestato uno specifico consenso.

“Bene, ora si estenda il blocco a tutte le migliaia di società che effettuano ancora il telemarketing selvaggio, non solo nel campo della telefonia ma anche in quello dell’energia” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Le compagnie elettriche e del gas, infatti, stanno approfittando della notizia della fine del mercato tutelato per tempestare i consumatori di telefonate” prosegue Dona.

“Attendiamo, poi, i 2 provvedimenti che servono per attuare e rendere definitivamente operativa la riforma entrata in vigore il 4 febbraio, a cominciare da quello sui prefissi unici che servono ad identificare e distinguere le chiamate telefoniche per le comunicazioni commerciali” conclude Dona.

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida sugli acquisti online