Nuove regole per Amazon ed eBay nella vendita di gel e mascherine

Quando la pandemia era all’inizio della sua diffusione, durante la famosa “Fase 1”, la corsa ad accaparrarsi mascherine e gel igienizzanti aveva portato a fastidiosi fenomeni di rincari sui prezzi e a false pubblicità.

Le segnalazioni dei consumatori parlavano di fantomatici gel pubblicizzati come immunizzanti e mascherine vendute a prezzi esorbitanti.

L’Antitrust accoglie le proposte di Amazon ed eBay

Il fenomeno, di cui ci siamo ampiamente occupati [https://www.consumatori.it/comunicati-stampa/antitrust-vittoria-unc-vendite-prodotti-anti-covid/], ha riguardato specialmente le vendite online e ora, i due principali player del settore, Amazon ed eBay, hanno presentato una serie di impegni all’Antitrust, per contrastare la futura ricomparsa di queste frodi sui loro portali.

L’Autorità ha accettato e reso obbligatori gli impegni delle due aziende che hanno assunto così l’onere di controllo su rivenditori terzi nel commercio di prodotti legati alla prevenzione del contagio da covid-19: monitoraggio delle offerte, rimozione di campagne pubblicitarie ingannevoli o truffaldine, e limitazioni alla speculazione sui prezzi.

Gli impegni di Amazon

Gli impegni assunti dall’azienda di Jeff Bezos riguardano il “monitorare produttivamente la piattaforma” sia con strumenti manuali che con automatismi gestiti da un algoritmo, così da rimuovere eventuali annunci fraudolenti.

Amazon si impegna inoltre ad inviare mensilmente all’Antitrust un report con i risultati via via ottenuti contente anche l’identità dei 20 principali trasgressori recidivi.

Infine, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha valutato positivamente la possibilità per un venditore in buona fede di presentare un reclamo e ottenere così il ripristino della propria offerta sul portale di vendita. Secondo l’Autorità, in questo modo si garantiranno le necessarie tutele per i consumatori ma anche, la protezione di quelli che sono gli interessi dei venditori che non vogliono sfruttare le difficoltà legate alla pandemia.

Gli impegni di eBay

Il primo dei meccanismi istituiti da eBay a tutela dei consumatori consiste in un sistema di filtraggio che vada a individuare e bloccare le inserzioni fraudolente che riguardano la prevenzione del contagio da covid-19.

Un secondo impegno assunto dal portale di vendita riguarda la supervisione sulle inserzioni legate al coronavirus che hanno registrato un anomalo aumento della domanda e quindi un aumento (forse speculativo) dei prezzi.

Inoltre, eBay si è impegnata ad istituire una cosiddetta “White List” (lista bianca) in cui iscrivere, seguendo scrupolosi e stringenti criteri, i venditori autorizzati alla vendita di gel igienizzanti e mascherine.

Ulteriore strumento a disposizione del consumatore nell’acquisto di questi prodotti sarà infine un banner, che apparirà nel momento in cui l’utente cercherà oggetti per prevenire il contagio, in cui si informerà il possibile acquirente che malgrado le numerose azioni preventive potrebbero essere comunque presenti annunci ingannevoli, allarmando così l’utente circa possibili truffe.

Una vittoria

Secondo Massimiliano Dona, Presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, l’introduzione di queste nuove regole rappresenta “una vittoria dei consumatori sull’e-commerce”.

Secondo Dona infatti “le misure adottate sono un passo avanti significativo a tutela di chi acquista su internet e, anche se formalmente sono state assunte fino al termine dell’emergenza coronavirus, creano un precedente che potrà essere applicato anche in futuro, indipendentemente dall’attuale pandemia”.

Autore: Lorenzo Cargnelutti
Data: 23 dicembre 2020

 

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma