L’esperto risponde su… sicurezza addobbi

Redazione UNC
1 Dicembre 2015
Condividi su:
1144 (Sdc – dic. 2015) – I nostri esperti rispondono alle domande più frequenti dei consumatori. La domanda di oggi è: qualche giorno fa ho acquistato gli addobbi per Natale, cercando soltanto prodotti a norma per essere più sicuro. Non è facile scegliere soprattutto per quanto riguarda le luci visto che ormai ce ne sono di ogni tipo e costo, a cosa è bene fare attenzione? La prima cosa da fare nella scelta degli addobbi natalizi è rivolgersi a rivenditori autorizzati e non cedere alle bancarelle che si trovano ormai in tutte le città; è bene poi assicurarsi che il prodotto riporti sull’etichetta il marchio di fabbrica, il nome dell’azienda produttrice/importatore, la marcatura CE, che sia dotato di istruzioni in lingua italiana e che riporti la specifica se si tratti di prodotto per uso interno e/o esterno. Ricordiamo, infatti, che le catene luminose per esterno sono a bassa tensione (12 o 24 Volts), cioè alimentate da un trasformatore; devono essere dotate di un determinato grado di protezione (sigla IPXX) contro gli agenti atmosferici esterni. Queste possono essere classificate come protette contro la pioggia (IPX3), gli spruzzi (IPX4), i getti d’acqua (IPX5) o stagne all’immersione (IPX7). Inoltre è meglio scegliere quei prodotti che hanno anche il marchio di sicurezza di un organismo di certificazione volontario (tipo IMQ); è preferibile, poi, scegliere le catene luminose alimentate da un trasformatore (si evita così un surriscaldamento). Venendo all’uso, è sempre bene non sovraccaricare le prese, preferendo le ciabatte elettriche; ricordiamo, infine, di non lasciare le luci accese quando non si è in casa o la notte.

Autore: Unione Nazionale Consumatori Data: 2 dicembre 2015
Condividi su: