ACQUISTI: la classifica delle truffe del Black Friday

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Dopo le promozioni dei giorni scorsi, Unc presenta la classifica delle segnalazioni ricevute e attiva uno sportello dedicato proprio a #afterblackfriday

Roma, 30 novembre 2017 – “In molti hanno pensato di approfittare del Black Friday per i regali di Natale (e non solo), ma ora basta dare uno sguardo ai reclami raccolti dai nostri sportelli per capire che non sempre la convenienza è quella che vogliono farci credere!”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Presidente Unione Nazionale Consumatori all’indomani degli sconti e delle offerte speciali promosse negli ultimi giorni tra il Black Friday e il Cyber Monday (come viene definito il lunedì successivo dedicato allo shopping online).

“Il Black Friday è una tradizione d’oltreoceano -spiega Dona- dopo il  giorno del Ringraziamento (la festa che si celebra il quarto giovedì di novembre negli Usa e in Canada) i consumatori americani sono abituati a dare l’assalto ai grandi magazzini dove sono proposti sconti speciali allo scopo di favorire lo shopping e dare il via alle spese natalizie. Da qualche anno è diventato comune anche da noi e anzi la giornata degli sconti si è trasformata nella ‘settimana’ del Black Friday’, con sconti e offerte speciali che si trascinano più a lungo.”

“Il problema -prosegue l’avvocato Dona- è che tra offerte online, promozioni, saldi anticipati e quant’altro si genera una crescente confusione tra i consumatori. A confermarcelo è la grande quantità di reclami e segnalazioni che stiamo ricevendo in questi giorni agli sportelli dell’Unione Nazionale Consumatori. Per questo motivo abbiamo realizzato una indagine sui raggiri più diffusi durante queste settimane che possiamo riassumere in tre principali filoni di scorrettezza denunciati dagli utenti. In testa alla classifica, le famose promozioni ‘fino a esaurimento scorte’ per le quali a molti è sembrato più facile restare a bocca asciutta che cogliere l’affare. Una montagna di segnalazioni ci è giunta, ad esempio per una campagna lanciata dalla piattaforma e-price: secondo quanto riferito dai consumatori delusi, durante la black hour (cioè i sessanta minuti in cui si è concentrata l’offerta) era impossibile accedere al sito. L’operatore si è difeso imputando il disservizio al grande successo dell’iniziativa. 

Al secondo posto -aggiunge il Presidente Dona-  abbiamo registrato le classiche offerte gonfiate così da farle apparire scontate (esattamente come fanno i commercianti scorretti durante i saldi). Un consumatore ad esempio ci segnala che nella catena di elettronica Euronics hanno dimenticato di rimuovere i vecchi volantini così svelando un trucco vecchio come il mondo, ma evidentemente ancora in voga!

Al terzo posto della classifica dei reclami di questo post Black Friday, infine, il vero e proprio saccheggio perpetrato a danno dei nostri dati che vengono continuamente estorti con la scusa di consentire l’accesso a sconti e promozioni. Sul punto però si è espresso in maniera inequivocabile il Garante privacy: i consumatori devono poter navigare liberamente su un sito di e-commerce senza essere obbligati a rilasciare il consenso per finalità di marketing e promozione commerciale. Tanto più che il consenso deve essere libero: non si può obbligare l’utente a ricevere pubblicità solo per accedere alla vetrina online di un sito internet.”

A queste lamentele si aggiungono i classici disservizi degli acquisti online: ritardo nella consegna, prodotto diversi rispetto all’ordine, ma anche difficoltà nel reso, nella richiesta di rimborso, prodotti difettosi e pubblicità ingannevoli. Per far fronte a queste segnalazioni, l’Unione Nazionale Consumatori ha attivato uno sportello dedicato alle truffe dell’ #Afterblackfriday”. Per avere l’assistenza dei nostri esperti o segnalarci semplicemente delle scorrettezze vai sul sito www.consumatori.it o sulle pagine social utilizzando l’hashtag #afterblackfriday

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2017 Unione Nazionale Consumatori
© 2017 Unione Nazionale Consumatori

Non rinuciare a difenderti!

Difendere i propri diritti può essere frustrante, soprattutto se si ha di fronte una grande azienda. Ma con accanto un'associazione che ha 60 anni di esperienza nella tutela del consumatore diventa semplice.

Se hai dubbi o difficoltà ricorda che puoi sempre chiamarci allo 06 32600239. Ti risponderemo e cercheremo di risolvere insieme il tuo problema.

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida