ISTAT: dal 2010 al 2014 i dipendenti in attesa di rinnovo salgono del 48,8%

commenta  |  pdf

Comunicato stampa dell’Unione Nazionale Consumatori

Roma, 29 gennaio 2015. “I dati resi noti oggi dall’Istat sulle retribuzioni sono allarmanti. I consumi non potranno mai riprendere se i lavoratori non ricevono uno stipendio adeguato e non vedono rinnovati i loro contratti” ha commentato Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.

L’UNC denuncia il fatto che dal dicembre 2010 al dicembre 2014, in appena 4 anni, la quota di dipendenti in attesa di rinnovo per l’intera economia è passata dal 37,3% al 55,5%, un incremento del 48,8%. Nel dicembre 2009 era appena il 10,3%. Anche i mesi che bisogna attendere per veder rinnovato il proprio contratto scaduto sono diventati inaccettabili, passando dai 14,5 mesi del 2010 ai 37,3 mesi del dicembre 2014 (+157,2%). La diretta conseguenza di questi dati è che le retribuzioni contrattuali orarie nella media del 2014 sono salite solo dell’1,3%, il minimo storico, la variazione più bassa dal 1982, anno d’inizio delle serie.

“Invitiamo il Governo a dare il buon esempio, sbloccando il congelamento delle retribuzioni dei dipendenti pubblici ormai ferme da troppi anni” ha concluso l’avv. Dona (segui @massidona su Twitter).

tabella 29 gennaio

   Hai bisogno della nostra assistenza? Contattaci
Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2018 Unione Nazionale Consumatori
© 2018 Unione Nazionale Consumatori

Non rinuciare a difenderti!

Difendere i propri diritti può essere frustrante, soprattutto se si ha di fronte una grande azienda. Ma con accanto un'associazione che ha 60 anni di esperienza nella tutela del consumatore diventa semplice.

Se hai dubbi o difficoltà ricorda che puoi sempre chiamarci allo 06 32600239. Ti risponderemo e cercheremo di risolvere insieme il tuo problema.

Scarica la guida
e-commerce

Inserisci il tuo indirizzo email e scarica gratis la nostra guida