RC AUTO: per Ania bonus-malus va rivisto

Comunicato stampa Unione Nazionale Consumatori

Richiesta incredibile e stravagante. Siccome l’84% degli assicurati è in prima classe, allora vogliono revisionare il meccanismo.

Roma, 15 luglio 2021 – “Una richiesta che ha dell’incredibile. Decisamente stravagante. In pratica, prima ci chiedono di essere virtuosi, per premiare chi causa meno incidenti, poi siccome lo siamo diventati, allora ci dicono che il bonus malus ha perso efficacia. Insomma, è superato!” afferma l’avv. Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la dichiarazione del presidente dell’Ania (Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici), Maria Bianca Farina, secondo la quale vi è la necessità di una riforma del ramo che punti alla revisione del bonus-malus, che ha perso efficacia.

“Visto che ormai, secondo i dati Ania relativi al 2019, l’84% degli assicurati è in prima classe di bonus-malus, allora propongono di revisionare il meccanismo, che tradotto vuol dire facciamone a meno! Ci piacerebbe capire come intendono sostituirlo” conclude Dona.

 

Vuoi commentare l'articolo? Usa questo spazio.

I commenti per questa discussione sono attualmente chiusi.
Potrebbe interessarti anche...

Unione Nazionale Consumatori è membro di TUTTOCONSUMATORI CONSUMERS INTERNATIONAL CONSUMERS' FORUM

Unione Nazionale Consumatori è membro di:
TUTTOCONSUMATORI
CONSUMERS INTERNATIONAL
CONSUMERS' FORUM

© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma
© 2021 Unione Nazionale Consumatori - Via Duilio 13, Roma